PRESTITO VITALIZIO IPOTECARIO

07/mar/2011 11.01.23 PrestitoaStatali.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il prestito vitalizio ipotecario è una forma di finanziamento che non prevede rate di rimborso ed è studiato per le esigenze di persone che hanno compiuto i 65 anni di età e che possiedono un’immobile di residenza.

Le rate di rimborso infatti vengono sostituite, in questa tipologia di finanziamento, da un’ipoteca appunto, permettendo in questo modo anche la mancata restituzione in termini monetari di interessi sulla liquidità richiesta fino alla scomparsa del richiedente. Dopodiché saranno gli eredi ad scegliere come rimborsare il prestito: sia il capitale che gli interessi maturati.

Nel prestito vitalizio ipotecario, il valore dell’immobile viene stabilito attraverso una perizia effettuata da un professionista su indicazioni dell’istituto di credito che dovrà erogare il finanziamento.

Essendo l’immobile l’unica vera garanzia di restituzione del prestito vitalizio ipotecario per l’istituto di credito, esso non potrà essere soggetto di affitti, ristrutturazioni o di un cambio di destinazione. Inoltre il richiedente non potrà cambiare al propria residenza, spostandola in un luogo diverso dall’immobile su cui grava il prestito vitalizio ipotecario.

In questa tipologia di prodotti finanziari riservati alla terza età, il rischio più alto che può correre il richiedente è quello di perdere la proprietà dell’immobile. Questo rischio è legato alla modalità con la quale viene richiesta agli eredi la restituzione della cifra erogata con il prestito vitalizio ipotecario. Alla scomparsa del pensionato richiedente infatti i suoi eredi possono scegliere, entro un anno, restituire tutta la somma ottenuta con il prestito vitalizio ipotecario in una soluzione unica per mantenere la proprietà dell’immobile oppure vendere la casa ipotecata per saldare il debito.

In caso di mancato rimborso del prestito vitalizio ipotecario la banca erogante è autorizzata a procedere alla vendita dell’immobile per ottenere la solvibilità del finanziamento, restituendo agli eredi del richiedente, ove ci sia, la parte di liquidità ottenuta in eccesso, rispetto all’importo del prestito vitalizio ipotecario.

Concludendo possiamo affermare che il prestito vitalizio ipotecario è senza dubbio una formula molto valida per ottenere liquidità per le persone pensionate. Si tratta però, di una decisione importante da valutare in famiglia poiché anche essa viene coinvolta.

(Altre soluzioni per la terza età: cessione del quinto a pensionati)

Lo Staff PrestitoVitalizioIpotecario.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl