Nel web proposte per il rifinanziamento dei prestiti

14/mar/2011 19.55.47 Camilla Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ieri per un motivo, oggi per un altro, domani per un’altra necessità ancora, può capitare che ci si ritrovi con due o più prestiti in corso. Qualora si voglia racchiudere in un’unica soluzione le diverse rate, o nel caso ci fosse il bisogno di chiedere un ulteriore prestito, la soluzione sicuramente migliore è chiedere un rifinanziamento dei prestiti. Questo tipo di prestito è detto anche Prestito Consolidamento Debiti, in merito al quale internet offre una serie di siti dedicati, con informazioni precise.

Il  prestito consolidamento debiti è molto vantaggioso: innanzitutto la comodità di pagare una sola rata e quindi controllare facilmente il conto in banca; la possibilità  di ridurre l’importo della rata allungando la durata del finanziamento; la possibilità di chiedere un importo aggiuntivo, nel corso stesso del finanziamento e, infine, la possibilità di estinguere anticipatamente la somma residua non pagando gli interessi dovuti per quel periodo. Inoltre permette di rifinanziare ogni genere i prestito: mutuo casa, cessione del quinto, carte revolving, credito al consumo, eccetera.

Gli importi concessi con questo genere di prestiti sono anche molto alti, fino a 90 000 euro; sono erogati a tasso fisso, per cui la rata non cambia mai, e vanno estinti in un periodo che varia molto a seconda della banca o della finanziaria scelta, e che arriva fino a 10 anni per importi fino a 30 000 euro e fino a 25 anni per  importi superiori a 30 000 euro. Tuttavia, a proposito delle garanzie richieste, và detto che per ottenere un prestito consolidamento debiti bisogna essere lavoratori dipendenti, con una posizione solida, e quindi fornire una busta paga: in questo caso un prestito fino a 30 000 euro sarà erogato in due o tre giorni. Per importi superiori bisogna essere proprietari anche di un qualche immobile da ipotecare e, per chiudere tutta la pratica, ci vorrà circa un mese.  Inoltre, quando si chiede un rifinanziamento, sarà il nuovo soggetto finanziatore ad occuparsi della chiusura degli altri prestiti in corso, recuperando la documentazione necessaria, e, solo dopo la chiusura degli altri prestiti ,potrà essere erogata la nuova somma.

Nel web si trovano informazioni date dai vari enti finanziatori ed anche l’opportunità di chiedere , per i prestiti, un preventivo on line.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl