Rinnovo cessione del quinto

Il rinnovo della cessione del quinto si traduce con l'erogazione di un nuovo prestito, di cui, una parte verrà utilizzata per estinguere definitivamente il finanziamento in corso e il resto rimarrà a disposizione del richiedente mantenendo anche solitamente lo stesso importo per la rata di rimborso, fatta eccezione per il caso in cui lo stipendio netto del richiedente non sia aumentato in modo sostanzioso.

15/mar/2011 09.29.37 PrestitoaStatali.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Chi accede ai prestiti cessione del quinto può trovarsi nella condizione di avere bisogno di ulteriore liquidità prima di estinguere il finanziamento in corso.

È possibile dunque accedere a un rinnovo di una cessione del quinto?

 

 

La risposta è sì. Il prestito ottenuto attraverso la cessione del quinto è rinnovabile, ma solo se sono già stati rimborsati almeno due quinti del finanziamento iniziale. Se infatti si è pagato almeno il 40% della cessione in corso, il rinnovo può risultare addirittura conveniente.

Il rinnovo della cessione del quinto si traduce con l’erogazione di un nuovo prestito, di cui, una parte verrà utilizzata per estinguere definitivamente il finanziamento in corso e il resto rimarrà a disposizione del richiedente mantenendo anche solitamente lo stesso importo per la rata di rimborso, fatta eccezione per il caso in cui lo stipendio netto del richiedente non sia aumentato in modo sostanzioso. Il rinnovo della cessione del quinto quindi si traduce nel mantenimento dello stesso importo di rata e nel prolungamento del tempo per la restituzione.

Il primo passo da fare se si vuole accedere a un rinnovo è stimare la cifra da bonificare come saldo della cessione del quinto in corso; tale cifra per il rinnovo viene calcolata moltiplicando l’importo della rata di rimborso mensile per il numero delle rate che mancano sottraendone gli interessi e aggiungendo eventuali penali di estinzione anticipata, se sono previste dal contratto di cessione del quinto stipulato inizialmente.

L’operazione di rinnovo può essere vantaggiosa anche per il fatto che, prevedendo l’estinzione della cessione del quinto in corso, permette il risparmio degli interessi sulle rate che rimanevano ancora da rimborsare. Non possono invece essere recuperate le spese istruttorie e assicurative. In merito agli interessi che si risparmiano con un rinnovo della cessione del quinto, va precisato che essi riguardano solamente il TAN.

Anche il rinnovo mantiene le stesse caratteristiche della cessione del quinto, infatti per metterlo in pratica non vengono richiesti documenti aggiuntivi né la specifica sulla destinazione della liquidità richiesta. Quindi anche il rinnovo della cessione rimane un prestito personale non finalizzato.

(Per conoscere il prestito vitalizio ipotecario)

Lo Staff PrestitoaStatali.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl