PRESTITI PER MEDICI CONVENZIONATI

Sostanzialmente, il consolidamento debiti consiste ne lla richiesta di un nuovo finanziamento il cui importo viene destinato, in parte, ad estinguere anticipatamente tutti i debiti che si hanno in corso: in questo modo si avrà soltanto una rata al mese da pagare che, fra l'altro, sarà inferiore alla somma delle rate dei debiti in corso.

29/mar/2011 10.21.38 PrestitoaStatali.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il mondo dei prodotti finanziari ha sofferto alcuni cambiamenti importanti negli ultimi anni in base alle nuove tendenze e necessità delle persone. In particolare c’è stata un’evoluzione sostanziale per quel che riguarda i prestiti e altri servizi riservati ad ogni categoria lavorativa. I medici convenzionati con le diverse aziende ospedaliere italiane, appartengono ad una categoria agevolata in tema  di prestiti. Infatti, esistono diverse soluzioni finanziarie a cui possono accedere in modo semplice e agevolato senza dover presentare eccessive garanzie.

Una di queste soluzioni finanziarie, per i medici convenzionati, è il consolidamento debiti. Una pratica molto utile per migliorare la gestione del proprio bilancio familiare. Il consolidamento debiti è un’opzione da considerare qualora si abbiano in corso vari finanziamenti da rimborsare, con importi e scadenze diverse. L’obbiettivo, come abbiamo già detto, è rendere più facile la loro restituzione attraverso il pagamento di una sola rata al mese.

Sostanzialmente, il consolidamento debiti consiste ne lla richiesta di un nuovo finanziamento il cui importo viene destinato, in parte, ad estinguere anticipatamente tutti i debiti che si hanno in corso: in questo modo si avrà soltanto una rata al mese da pagare che, fra l’altro, sarà inferiore alla somma delle rate dei debiti in corso. Inoltre, attraverso un consolidamento debiti è possibile ottenere liquidità aggiuntiva.

Per poter accedere al consolidamento debiti è necessario però essere sempre stati puntuali, mai insolventi; oltre ciò, è necessario aver compiuto 21 anni ed essere in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Per coloro che sono già andati incontro ad un’insolvenza e che quindi risultano già tra le file dei “cattivi pagatori”, il consolidamento dei debiti si può concretizzare solo attraverso la cessione del quinto dello stipendio. Essa infatti non necessita di garanzie di solvibilità per essere accettata, è sufficiente la presenza di un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

In ogni caso è buona pratica, nel momento in cui si pretende consolidare i propri debiti, di cercare una consulenza professionale e seria per trovare il modo più conveniente di estinguere tutti i prestiti in corso.

(Per conoscere il rinnovo della cessione del quinto e il prestito vitalizio ipotecario)

Lo Staff PrestitoaStatali.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl