WWF: posizione Terna da sostenere

Il Wwf, "pur valutando di volta in volta le modalità con cui il sistema di accumulo di energia rinnovabile sarà realizzato", ritiene che "in linea di principio la posizione di Terna, AD Flavio Cattaneo, sia da sostenere e ritiene che ancora una volta Enel non stia caratterizzando la propria azione in termini di sostenibilità".

25/mag/2011 16.37.26 Phinet Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il Wwf, "pur valutando di volta in volta le modalità con cui il sistema di accumulo di energia rinnovabile sarà realizzato", ritiene che "in linea di principio la posizione di Terna, AD Flavio Cattaneo, sia da sostenere e ritiene che ancora una volta Enel non stia caratterizzando la propria azione in termini di sostenibilità".

Il Wwf ritiene che "in linea di principio la posizione di Terna sia da sostenere" e che "ancora una volta Enel non stia caratterizzando la propria azione intermini di sostenibilità".
Così l'associazione interviene, in una nota, sul confronto in atto tra Terna ed Enel, dove "Enel - ricorda l'associazione - sta ostacolando i progetti Terna per la realizzazione di impianti capaci di accumulare energia rinnovabile". Un apprezzamento per la posizione di Terna, dunque, ma anche la precisazione che saranno valutate "di volta in volta le modalità con cui il sistema di accumulo di energia rinnovabile sarà realizzato".


"Tutti gli studi internazionali sulle rinnovabili – spiega l'associazione - indicano come elementi fondamentali per il superamento delle energie fossili la realizzazione di una rete di trasmissione elettrica 'intelligente' e la realizzazione di impianti capaci di accumulare l'energia prodotta proprio dalle fonti rinnovabili. Chi si oppone a queste due fondamentali infrastrutturazioni di fatto ostacola lo sviluppo delle rinnovabili e intende favorire la produzione di energia da fonti fossili". In assenza di questi impianti, che consentirebbero di mettere in rete in maniera continuativa energia rinnovabile, sottolinea il Wwf, "verrebbe infatti favorito l'uso dei combustibili fossili. Questo produrrebbe gravi impatti non solo per il clima ma anche per la salute".
Attraverso i sistemi di accumulo e di immissione in rete dell'energia rinnovabile è stimato, secondo l'associazione, un risparmio di circa 1 miliardo di euro l'anno e una riduzione di emissioni di CO2 di circa 21 milioni di tonnellate l'anno.

FONTE:

ANSA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl