Poste Italiane: Postal Euromed, una politica comune nel settore postale

22/lug/2011 12.10.21 Phinet Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sarmi: “Un importante spazio di dialogo per promuovere la cooperazione fra Stati del bacino mediterraneo”
Firmato un accordo con Posta Slovenije sul trasferimento elettronico fondi via rete Eurogiro

Roma, 16 marzo 2011 – Nasce “Postal Euromed”, la Comunità postale Euromediterranea, istituita allo scopo di realizzare una politica comune nel settore postale per il bacino mediterraneo, integrare le conoscenze tecnologiche per migliorare l’efficienza dei servizi postali, creare una piattaforma comune per l’e-Commerce e una stretta cooperazione per l’offerta di servizi finanziari e di comunicazione. Fra i primi obiettivi di Postal Euromed, anche la riduzione del 5% in cinque anni dei costi legati al trasferimento fondi, come stabilito al G8 dell’Aquila.

A Postal Euromed aderiscono 14 Stati (Italia, Francia, Grecia, Principato di Monaco, Malta, Cipro, Slovenia, Turchia, Libano, Marocco, Autorità Nazionale Palestinese, Egitto, Siria, Giordania) che si affacciano sulle sponde europee, africane ed asiatiche del Mar Mediterraneo.

Il Patto è stato siglato in occasione della prima Assemblea generale dell’organismo che si è riunita nella sede centrale di Poste Italiane. I lavori della Conferenza internazionale sono stati aperti dal Presidente di Poste Italiane, Giovanni Ialongo e dall’Ad, Massimo Sarmi. Sono intervenuti, tra gli altri, il Presidente dell’Unione postale universale (Upu) Eduard Dayan, il Presidente della Cassa Depositi e prestiti, Franco Bassanini, l’Ambasciatore Maurizio Melani, Direttore generale del Ministero degli Esteri per la Promozione del Sistema Paese, e Massimiliano Paolucci, Capo dell’Ufficio di Roma della Banca Mondiale.

“Postal Euromed apre uno spazio di dialogo molto rilevante per sostenere e stimolare forme di partnership tra Paesi del bacino mediterraneo in campo logistico, tecnologico e finanziario – ha spiegato l’Ad di Poste Italiane, Massimo Sarmi Poste Italiane considera da anni una priorità la cooperazione con l’area mediterranea, testimoniata dai numerosi accordi di collaborazione che abbiamo già stipulato con gli operatori postali di Egitto e Libano nei settori dell’innovazione infrastrutturale e tecnologica, dei sistemi avanzati di pagamento, nei servizi digitali e nella telefonia mobile.

I Paesi firmatari hanno eletto il Consiglio di amministrazione di Postal Euromed, formato da Francia, Italia, Egitto, Siria, Libano e Malta, nominando Sherif Battisha, vice Presidente di Egypt Post, alla Presidenza del Board per il triennio 2011/2013. Il ruolo di Segretario generale dell’organismo internazionale è stato assegnato a Poste Italiane con il compito di affiancare e fornire il massimo supporto al Board nella elaborazione del Piano Strategico triennale e nella conduzione di progetti settoriali ai quali verranno associati i principali organismi europei e mondiali di finanziamento come la Banca mondiale, la Commissione Europea e Inframed. A margine dell’Assemblea generale di Postal Euromed, Poste Italiane ha firmato un accordo con Poŝta Slovenije, l’operatore postale sloveno, per il trasferimento elettronico dei fondi via rete Eurogiro.

Il contratto riguarderà i trasferimenti cash to cash, cash to account e account to account.

Ufficio Stampa
Giorgetti Poste Italiane
Direttore Comunicazione Esterna
Viale Europa 175
Tel 06. 59587556

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl