Prestiti personali: la cessione del quinto per chi desidera subito un prestito

Prestiti personali: la cessione del quinto per chi desidera subito un prestito .

Luoghi Napoli
Organizzazioni INPS, INPDAP
Argomenti finanza, finanza privata, economia, banca

10/ott/2011 10.29.49 alessandrorovere85 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Appena apparsa nel settore dei mercati finanziari, la cessione del quinto, quinto di stipendio e quinto di pensione, era considerata una specie di 'ultima spiaggia' per risparmiatori e consumatori che non fossero riusciti ad ottenere un prestito dalle grandi banche. Nel giro degli ultimi due anni la situazione è radicalmente cambiata, anzi si è capovolta, facendo della cessione del quinto dello stipendio e della cessione del quinto della pensione il prestito personale a cui si ricorre più frequentemente oggi.
Quali sono i motivi di questo successo? Perchè un consumatore dovrebbe scegliere di affidarsi ad una società finanziaria piuttosto che ad un istituto bancario? E' presto detto.

1. Nessuna finalità di spesa: la cessione del quinto dello stipendio è un prestito personale senza finalità di spesa, questo significa che non è necessario indicare o specificare per quale motivo si richiede la quota di denaro.

2. Rate e Tassi costanti: il prestito tramite cessione del quinto dello stipendio o della pensione viene rimborsato con rate mensili il cui importo non può mai superare il quinto, dello stipendio o della pensione. Questo significa che non si rischia di dover pagare cifre impreviste o di vedersi trattenute dallo stipendio quantità di denaro superiori a quelle che si aveva previsto. Le rate vengono trattenute direttamente dalla busta paga e la responsabilità della trattenuta è dell'Amministrazione presso cui lavora il dipendente nel caso della cessione del quinto, dell'Ente Previdenziale nel caso della cessione del quinto della pensione.

3. Nessun controllo bancario: una sola rata non pagata alla banca e si è tagliati fuori da altri prestiti e finanziamenti. E', infatti, sufficiente una rata non pagata per la macchina o per il mutuo per entrare nella lista dei 'cattivi pagatori'. Lista che impedisce successivamente di chiedere un prestito a banche o grandi istituti di credito, tendenzialmente restii ad accettare richieste di finanziamento a soggetti che abbiano dimostrato anche solo in un'occasione di non riuscire a pagare gli importi per rimborsare il finanziamento. Con la cessione del quinto dello stipendio o la cessione del quinto della pensione il problema non esiste, perchè non è necessario essere sottoposti a controlli bancari di nessun tipo.

4. Velocità e semplicità: chiedere un prestito personale tramite cessione del quinto dello stipendio o della pensione è davvero molto semplice. E' sufficiente presentare documenti di identità e l'ultima busta paga per avviare le pratiche.

5. Tassi più bassi per un dipendente pubblico o statale: nel caso di dipendenti pubblici o statali garanti del rimborso del prestito personale e responsabile delle trattenute sono Amministrazioni pubbliche ed Enti, per definizione più solidi ed affidabili. Ciò costituisce per i dipendenti pubblici o statali una garanzia forte che spinge le società finanziarie ad applicare tassi e condizioni più vantaggiose.

6. Prestiti personali anche per i pensionati: con la cessione del quinto della pensione, anche i pensionati INPS, INPDAP possono chiedere un prestito personale, senza limiti d'età. Occorre, tuttavia, che la società finanziaria abbia attive le convenzioni INPS e INPDAP necessarie. A Napoli c'è il marchio Finanzio Facile, distributore di prodotti finanziari che eroga prestiti personali tramite cessione del quinto della pensione fino a 50.000 euro. E' sufficiente registrarsi qui per essere ricontattati in due ore. Oppure chiamare il Numero Verde 800 - 818182, gratuito anche dai cellulari.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl