Se la prima casa ha bisogno di un mutuo

16/ott/2011 11.54.00 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

L’acquisto della prima casa è una scelta importante nella storia di una famiglia e nella vita di una persona, sia in termini finanziari che individuali e sociali. Spesso questa scelta è legata alla possibilità o meno di accendere un mutuo, di ottenere cioè le risorse utili per affrontare tutte le spese necessarie. Ecco perché i "mutui prima casa" godono di agevolazioni ad hoc, spesso variabili a seconda della Regione e del Comune di residenza.

Fra i requisiti richiesti dalla legge nazionale per ottenere le agevolazioni vi sono: la localizzazione dell’edificio nel Comune di residenza oppure in un altro, dove però si dovrà prendere la residenza entro un anno e mezzo dall’acquisto dell’abitazione, pena la perdita dei contributi previsti. Questi decadono anche nel caso in cui si affitti la prima casa nel giro di due anni dal momento dell’acquisto o la si venda prima che siano trascorsi cinque anni dall'acquisto. Per ottenere facilitazioni, inoltre, la prima casa non dovrà essere classificata "di lusso". Se poi a comprarla è una coppia, occorre che nessuno dei due ne abbia già una di proprietà o possegga altri diritti reali (usufrutto, nuda proprietà).

Ci si può fare un’idea delle condizioni contrattuali più favorevoli e in linea con le proprie esigenze navigando in Rete. Infatti, è possibile avvalersi gratuitamente di broker online per testare e confrontare le offerte di vari istituti bancari in materia di mutui, compresi quelli per la prima casa. Se poi l’abitazione in questione avesse bisogno di essere ristrutturata, è possibile richiedere un mutuo con finalità "acquisto e ristrutturazione", così da fronteggiare serenamente anche a questo tipo di oneri, gravosi ma indispensabili.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl