I giovani non cercano lavoro

09/gen/2012 11.37.31 PrestitoaStatali.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Come annuncia il Censis (Centro Studi Investimenti Sociali): «La crisi si è abbattuta come una scure su questo universo: tra il 2007 e il 2010 il numero degli occupati è diminuito di 980.000 unità e tra i soli italiani le perdite sono state pari a oltre 1.160.000 occupati».

In Italia, la crisi ha colpito in particolar modo i giovani; gli under 30, infatti, sono vittima della maggior parte dei licenziamenti. A questo si aggiunge, come si evince dal Rapporto Censis, l’incapacità di questa generazione di trovare dentro di sé la forza di reagire. I ragazzi vengono, infatti, scoraggiati da questa situazione complessiva ancor prima di aver cercato lavoro.

La percentuale di giovani che scelgono di non entrare nel mondo del lavoro è, in Italia, dello 11,2 per cento per i ragazzi di età compresa tra i 15 e i 24 anni, e del 16,7per cento di quelli tra 25 e 29 anni; notevolmente più alta rispetto la media europea rispettivamente di 3,4 per cento e 8,5 per cento.

Di conseguenza risulta molto più bassa la percentuale di quanti lavorano: in Italia il 20,5 per centro tra i 15-24enni e il 58,8 per cento tra i 25-29enni contro la media Ue rispettivamente del 34, 1 per cento e 72,2 per cento.


Una soluzione per i giovani che cercano di aprirsi una porta nel mondo imprenditoriale sarebbe richiedere prestiti personali o prestiti nuova attività.

Altri argomenti: prestiti on line, prestiti pensionati e Inpdap prestiti.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl