Intervento del brindisino Raffaele Tafuro al Leadership Forum di Roma

14/lug/2014 10:26:15 COMUNICATO ONLINE FLASH Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nei giorni scorsi il brindisino Raffaele Tafuro, consulente e mediatore finanziario dal 1999, nonché Amministratore Unico della società di mediazione creditizia Agenzia Uno, è stato presente sul palco come relatore al Leadership Forum “6°Summer Edition” evento nazionale tra i più importanti nel settore del credito.

 

L’evento si è svolto a Roma presso l’Hotel Cavalieri Hilton. Tra le alcune banche presenti vi erano i rappresentanti di Unicredit, IBL Banca, Banco Desio “Fides spa”, Mediabanca “Compass spa” Banca Nazionale del Lavoro, inoltre vi erano rappresentanti di numerose società finanziarie e di numerose compagnie assicurative.

Sono intervenuti all’evento sia il Direttore Generale dell’autorità OAM Dott. Federico Lucchetti sia il Dott. Angelo Peppetti dell’ABI.

 

Provvidenziale l’intervento di Raffaele Tafuro che ha partecipato sul palco sul tema “La voce del centro-sud, fatti e verità del territorio”

 

Raffaele ha spiegato che fin da subito ha infiammato gli animi di tutti i presenti fin dalle prime battute.

Infatti ha esordito con il dissenso totale su ciò che i colleghi avevano detto fino a quel momento “ a suo avviso interventi più di immagine che di realtà, infatti ha ironizzato nel suo discorso che forse aveva sbagliato sede o si trovava in un altro pianeta-

Ha sottolineato la situazione economica attuale che ha colpito duramente tutti gli operatori del credito nonché l’economia Italiana.

Durante l’intervento ha fatto accenni sulla sua battaglia che coraggiosamente sta portando avanti contro 11 istituti di credito accusati dallo stesso di non diffondere in modo equo e democratico i loro prodotti finanziari.

Ha parlato della riforma del credito che con l’attuazione del Decreto Legge 141.2010 ha portato un forte taglio di operatori che da 210.000 c.a. si è passati agli attuali 17.000. Inoltre ha commentato di non voler perdere la speranza che in futuro i palchi non siano utilizzati come strumenti per vendere la propria immagine ma bensì che sia utilizzati per parlare di fatti concreti reali. Ha concluso dicendo che tutti ci dobbiamo rimboccare le maniche ed invitare le banche ad essere più vicine a famiglie ed imprese.

 

Ricordiamo che Raffaele Tafuro nel settore finanziario è molto noto oltre che per la grande esperienza acquisita negli anni, per la coraggiosa battaglia intrapresa da alcuni mesi nei confronti di undici primari Istituti di Credito.

In questi giorni negli uffici di Agenzia Uno srl in Viale Commenda c’è stato un grande fermento per la presentazione della vertenza c/o l’Antitrust, infatti  ci sono state numerosissime riunioni con colleghi provenienti da tutta Italia “tutti protagonisti nel settore del credito” con i quali si sono stretti accordi e raccolto adesioni per proseguire la battaglia intrapresa dallo stesso Tafuro.

Oltre all’appoggio ottenuto di numerosi colleghi, Raffaele Tafuro, ha potuto contare anche sull’appoggio della Associazione Nazionale Agenti e Mediatori (AMA) rappresentante circa il 18% di tutti gli operatori finanziari operanti in Italia iscritti all’Organismo Agenti e Mediatori di Banca d’Italia.

Infatti in un nota scritta, redatta del Segretario Generale  dell’AMA  Dott. Gianfranco Cupane ha sottolineato di aver ricevuto numerose segnalazioni di mediatori creditizi che evidenziavano l’impossibilità di poter operare a causa di alcune Banche e di alcune Società Finanziarie.  

http://www.leadershipforum.it/index.php?option=com_content&view=article&id=25&Itemid=27

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl