Vito Gamberale, Amministratore Delegato di F2i – Fondi Italiani per le Infrastrutture

27/ago/2014 11:25:24 recensione.azienda Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Vito Gamberale, Amministratore Delegato di F2i, ha maturato una grande esperienza nel settore industriale e finanziario italiano grazie ai ruoli dirigenziali ricoperti all'interno di importanti società internazionali.

Vito Gamberale, Amministratore Delegato di F2i

Gli inizi della carriera di Vito Gamberale

Vito Gamberale si laurea all'Università La Sapienza di Roma nel 1968 presso la facoltà di Ingegneria Meccanica; all'interno del medesimo istituto ricoprirà in seguito il ruolo di Assistente alla cattedra di Impianti Meccanici. Sempre nel 1968 inizia il suo percorso professionale per ANIC - Azienda Nazionale Idrogenazione Combustibili, una partecipata del gruppo internazionale ENI; l'anno seguente conclude il proprio incarico e si trasferisce in IMI - Istituto Mobiliare Italiano, un ente a totale controllo pubblico nato in seguito alla profonda crisi del '29 con lo scopo di rilanciare l'economia nazionale italiana stanziando finanziamenti dedicati all'industria, nel medio e nel lungo periodo, dove ricopre il ruolo di Analista Industriale. Nel corso di questa esperienza il manager ha il compito di fornire una valutazione di imprese industriali, appartenenti prevalentemente al settore tessile, siderurgico e meccanico. Nel 1977 si trasferisce in una società partecipata al 50% da IMI, GEPI - Società per le Gestioni e Partecipazioni Statali, in cui ricoprirà, nel corso dei sette anni di permanenza, l'incarico di Responsabile per le acquisizioni e le privatizzazioni. Nel 1984 l'ingegnere Gamberale rientra a far parte del gruppo ENI, in cui è nominato Presidente ed Amministratore Delegato di alcune società del gruppo.


La carriera di Vito Gamberale dagli anni '90

Verso gli inizi degli anni '90, Vito Gamberale approda nel settore delle telecomunicazioni in cui svolgerà un ruolo fondamentale, contribuendo al rapido sviluppo della telefonia mobile italiana e contribuendo alla nascita, nel 1995, di TIM - Telecom Italia Mobile. Tra il 1991 e il 1998 infatti riveste gli incarichi di Amministratore Delegato di SIP - Società per l'Esercizio Telefonico, Direttore Generale di Telecom Italia e Amministratore Delegato di TIM. Verso la fine degli anni '90 entra a far parte di un fondo di private equity di proprietà della famiglia Benetton, 21 Investimenti, in cui partecipano molteplici istituti di spicco come Banca Intesa, Deutsche Bank e Assicurazioni Generali, assumendo l'incarico di vice Presidente. Nel 2000 è nominato Amministratore Delegato di Autostrade per l'Italia e, nel 2006, passa in FIGC come Vice Commissario per le Strategie, le Attività e la Gestione Generale. In seguito il Manager decide di realizzare, dopo un'attenta progettazione, un fondo di investimenti infrastrutturali denominato F2i.


Per maggiori informazioni riguardanti la carriera di Vito Gamberale, visita il suo portale personale.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl