Nuovi posti di lavoro per i consulenti fiscali.

27/nov/2014 21:12:10 Leo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Da qualche mese alcuni Comuni italiani si sono passati la mano sulla coscienza e hanno capito che forse era il caso di provare ad aiutare i cittadini. I quali non solo sono sempre presi dallo stress quotidiano che li mette in condizioni di arrivare a fine mese ma per devo anche essere dei veri e propri fiscalisti e commercialisti per paura di commettere qualche sbaglio che gli possa costare più del dovuto.

E così contro lo stress da Equitalia i municipi hanno messo a disposizione la consulenza fiscale fra le loro mura. L’iniziativa ha preso piede a Ostia, in particolare dai Servizi sociali con l’associazione che prende il nome di “Dalla parte dei contribuenti”. Una sana iniziativa volta a mostrare al popolo che lo Stato non è sempre e solo contro che non pretende solo ma ogni tanto si ricorda anche di dare.

Insomma un modo pulito e pratico che i primi cittadini possono attuare per riuscire a dare una mano a tutte quelle imprese e tutti quei privati che vengono colpiti dalla morsa delle cartelle esattoriali. Ma non solo una situazione del genere mette così in ballo anche la possibilità di aprire, una piccola richiesta di lavoro per tutti coloro che hanno studiato in questo campo o per le squadre di associati che ogni anno gestiscono perfettamente il loro lavoro.

La pressione schiaccia i cittadini e mostra uno Stato intento a sottrarre denaro invece che produrre o aiutare i cittadini a smuovere denaro e riuscire quindi ad andarci tutti bene. Con il risultato finale di una serie di problemi che spesso incidono anche sulla psicologia rendendo la vita quasi invivibile.

Così nei municipi romani parte l’assistenza fiscale, nell’arco di qualche settimana questo esperimento partito dal Comune di Ostia dovrà toccarne altri fino ad arrivare al primo municipio o almeno questa è la promessa o la premessa fatta. La scelta di partire da Ostia e non da Roma centro può sembrare un azzardo se non una cosa un po’ strana ma a spiegarlo è lo stesso Assessore al Sostegno sociale Rita Cutini.

Pare infatti che l’aria sia stata scelta a posta e lei lo spiega in maniera molto semplice illustrando il fatto che si tratta puramente di una scelta che "è legata alle condizioni di oggettiva difficoltà economica di quell'area". Una figura rassicuratrice quindi che aiuterà i cittadini ad orientarsi meglio fra i colpi di Equitalia.

Queste figure di professionisti, esaminate le varie situazioni consiglieranno i vari iter meno tortuosi e dispendiosi che si possono affrontare, per sbrigare la soluzione nel migliore dei modi. Ovviamente il tutto è stato prefissato a costi contenuti, sarà si un esperto ma non di certo pagato fruttuosamente con i soldi pubblici, altrimenti diventa un po’ come un cane che si morde la coda.

 

La cosa importante da sapere comunque è che l’assistenza sarà totalmente gratuita se poi i servizi si protrarranno a lungo e ci sarà bisogno di più sostegno allora si passerà al pagamento ma sempre dai costi molto blandi. Insomma una scelta importanti che potrebbe, oggi come oggi servire veramente a tanti cittadini. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl