START UP E INVESTITORI RIUNITI AL PRIMO “CLUB DEAL ROMAGNA”

02/mar/2016 11.17.05 Skema Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Le piccole e medie imprese e le start up a più alto potenziale di crescita della Romagna incontrano il mondo degli investitori e del private equity

 

FAENZA – C’è un Italia che innova, crea nuovi servizi, prodotti e modelli d’impresa. È fatta da realtà con alte potenzialità di sviluppo, da start up in grado di rispondere a bisogni e richieste di un mercato in costante cambiamento. Realtà che vivono l’esigenza di raccogliere i capitali e i co-investimenti necessari per aumentare massa critica e competitività.

 

Accompagnarle e seguirle in un percorso di crescita, metterle in contatto con chi cerca nuove opportunità d’investimento finanziario, è l’obiettivo del “Club Deal”, organizzato a Faenza (giovedì 3 marzo, sala conferenze Centuria, ore 16.00) da BacktoWork24, società del Gruppo 24 ORE, con i partner “Centuria”, l’agenzia per l’innovazione e il trasferimento tecnologico della Romagna di Faenza e “Skemaconsulenza d’azienda di Rimini. All’evento, aperto dal vice sindaco di Faenza, Massimo Isola, parteciperanno: Alessandra Folli di “Centuria”, Michele Caiati per “BacktoWork24” e Andrea Moretti dello studio “Skema”. A chiudere sarà il presidente di “Italia Start Up”, Marco Bicocchi Pichi, con l’intervento: “Tra ombre e luci: finanza alternativa tra rivoluzione digitale e evoluzione normativa, nuove vie del finanziamento d’impresa”.

 

«Siamo felici che Centuria, protagonista dell’ecosistema romagnolo delle startup, faccia parte di questa iniziativa che per la prima volta porta in regione un format che coinvolge investitori istituzionali, privati, neo-imprese innovative e incubatori. La possibilità per le Startup – spiega Alessandra Folli di Centuria - di presentarsi e confrontarsi con questi attori crediamo sia la formula vincente per la crescita dell’innovazione».

 

«Strumenti di investimento in equity, da tempo molto più utilizzati in altri Paesi, non sono solo un’opportunità per chi vuole mettere a frutto il proprio capitale ma un concreto volano di ripresa e crescita, in particolare per il nostro territorio - spiegano Stefano Fabbri, Christian Schiumarini e Andrea Moretti dello studio Skema, referente territoriale per la Romagna di BacktoWork24 – è importante che le start up si presentino in prima persona agli investitori con la forza dei loro progetti, delle loro idee e dei loro prodotti. Il nostro ruolo è quello di offrire il know how e gli strumenti per fare dialogare questi due mondi. Per tradurre un’idea vincente anche in una solida realtà aziendale».

 

Protagoniste delle presentazioni 4 realtà selezionate tra quelle attive negli incubatori d’impresa della Romagna e di San Marino. Da Cesena arriva un start up, che offre a studenti universitari e lavoratori fuori sede la possibilità di soddisfare il bisogno di locazione grazie alla creazione di una piattaforma digitale e di un market-place integrato nei social network. Insediata a Faenza presso l’incubatore gestito da Centuria, invece, è l’azienda che ha sviluppato un dispositivo medico innovativo in ambito ortopedico-traumatologico derivato dal bambù per la cura di danni ossei particolarmente gravi. Mentre domotica e risparmio energetico sono i focus di una realtà, sempre proveniente dall’incubatore di faentino, che con nuovi circuiti elettronici di misura consente di monitorare consumo energia elettrica, memorizzazione in cloud dei dati, diagnosi energetiche e automazione di carichi da remoto con app. A chiudere il quadro, in arrivo da San Marino, la proposta di un medical device per la risonanza magnetica articolare trasportabile per l’utilizzo in ambiente umano e veterinario.

 

 

Solo per gli iscritti al “Club Deal” di Faenza, possibilità di seguirlo anche da remoto con live streaming, grazie al link fornito da BacktoWork24.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl