Fintech: a Cremona il workshop sul credito 4.0. Presente Workinvoice, diretta da Matteo Tarroni

05/mag/2017 11:17:25 articolinews Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Workinvoice, società attiva con successo nel settore Fintech e guidata dal CEO Matteo Tarroni, ha presenziato al convegno svoltosi presso il Centro Pastorale Diocesano di Cremona, relativo alle ultime novità in materia di finanziamenti alternativi a quelli bancari.

Workinvoice, amministrata da Matteo Tarroni: "soddisfatti per il nostro contributo a liquidità PMI"

La profonda crisi finanziaria che ha colpito il mondo nel 2007 non è stata solo una minaccia. In tempi di necessità, l'opera di molti innovatori si è concentrata nello sforzo di identificare nuove opportunità e metodologie di finanziamento, che si ergano ad alternativa rispetto a quello bancario. In questo senso si è concentrata l'originale proposta della società amministrata e co-fondata dall'AD Matteo Tarroni nel 2014: Workinvoice. Attraverso un'apposita piattaforma, l'azienda propone infatti la cessione delle fatture commerciali in cambio di liquidità immediata. Una solida realtà che a due anni dal suo start iniziale ha generato un giro d'affari di circa 50 milioni di euro in crediti commerciali. Workinvoice, forte della sua presenza in tale settore, ha presenziato al workshop relativo al credito 4.0, il cui tema si è concentrato proprio sulle nuove occasioni di accesso al credito possibili grazie all'impiego delle tecnologie più avanzate. L'incontro, organizzato presso il Centro Pastorale Diocesano di Cremona dall'Associazione professionisti della Provincia di Cremona, Your Solutions e Mondo Padano, ha visto l'intervento diretto dell'Head of Sales di Workinvoice, Michael Liguori, il quale ha voluto sottolineare la soddisfazione della società nell'aver contribuito allo sviluppo di nuovi canali di finanziamento. L'impresa guidata da Matteo Tarroni ha permesso infatti a molte aziende in difficoltà di entrare in possesso di liquidità entro brevissimo tempo, proprio nel momento in cui le banche hanno adottato una stretta sul sistema creditizio, concedendo meno finanziamenti alle imprese, in special modo per quanto riguarda i prestiti a breve termine.

Matteo Tarroni guida Workinvoice, società alternativa di accesso al credito

Come rispondere alle necessità di liquidità delle aziende? La piattaforma Workinvoice, co-fondata nel 2014 dal CEO Matteo Tarroni, propone il proprio modello di finanziamento, in alternativa al credito concesso dalle banche. Attraverso la cessione anticipata delle proprie fatture, le piccole e medie imprese italiane possono entrare in possesso, entro breve tempo, di capitali immediatamente disponibili. Dopo un'asta online, il credito commerciale viene ceduto ad un investitore, obbligato a versare un acconto sulla fattura per il valore del 90% entro 24 ore, mentre il saldo rimanente verrà versato una volta che il credito sarà estinto dal debitore. La società guidata da Matteo Tarroni opera oggi con grande successo nel mercato Fintech, unione dei comparti technology e finance, prima a portare in Italia i servizi di Invoice Trading e capace di generare nell'arco di soli due anni la compravendita di circa 50 milioni di euro in fatture. Il valore di Workinvoice è stato recentemente riconosciuto anche grazie all'inserimento in un benchmark di riferimento del mercato della finanza alternativa, il Liberum AltFi Volume Index Continental Europe.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl