IMPRESAMIA.IT-COMMERCIO - Scajola: secondi partner della Svizzera

IMPRESAMIA.IT-COMMERCIO - Scajola: secondi partner della Svizzera Presentato francobollo per i 100 anni della Camera di Commercio italiana in Svizzera Raggiunti nel 2008 i 27 miliardi di interscambio commerciale con la Svizzera.

12/giu/2009 15.39.36 IMPRESAMIA.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Presentato francobollo per i 100 anni della Camera di Commercio italiana in Svizzera

COMMERCIO - Scajola: secondi partner della Svizzera

Raggiunti nel 2008 i 27 miliardi di interscambio commerciale con la Svizzera. “Con 27 miliardi di interscambio commerciale, siamo i secondi partner della Svizzera, dietro solo alla Germania e davanti alla Francia - ha detto il ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola (nella foto) - e puntiamo a rafforzare ulteriormente i legami con la Confederazione Elvetica, anche grazie alla presenza di soggetti importanti come la  Camera di Commercio italiana per la Svizzera con i suoi 800 soci e la sua significativa attività di promozione e lotta alla contraffazione dei prodotti italiani". Il ministro  ha presentato il francobollo celebrativo dei 100 anni della Camera di Commercio Italiana per la  Svizzera incontrando i vertici delle 27 Camere di Commercio Italiane in Europa. Il francobollo è disponibile presso tutti i 14.000 uffici postali italiani per consentire la massima diffusione anche per il normale utilizzo dell’affrancatura della corrispondenza. Figurerà nel programma filatelico accanto a quelli della serie del Made in Italy. "I francobolli sono manifesti in miniatura di una nazione, il cui compito – al di là del semplice assolvimento di una tassa postale – è anche quello di presentare all’esterno ciò che di meglio il Paese può offrire -  ha sottolineato Scajola nel corso della presentazione,  a una nutrita rappresentanza di operatori economici italiani - cui va la gratitudine del Governo per i loro sacrifici e i loro successi". A Zurigo, il ministro ha anche incontrato il Consigliere federale all’Economia Doris Leuthard. Al centro dei colloqui, le prospettive dell’interscambio tra Italia e Svizzera, che ha raggiunto 27 miliardi nel 2008 e che si concentra principalmente nei settori dei medicinali e preparati farmaceutici, nel comparto tessile e degli articoli di abbigliamento. L’energia elettrica, in termini percentuali, è la terza voce di import italiano dalla Svizzera.
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl