Security summit Clusit 2010, la sicurezza informatica a convegno

10/mar/2010 12.48.03 differens Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Milano, 10 marzo 2010 - Tre giorni densi di seminari, atelier tecnologici, tavole rotonde per affrontare tutti i temi più scottanti della Information Security, argomento quanto mai “caldo” in questi giorni perfino sulle prime pagine dei grandi quotidiani di informazione. E’ la sostanza di Security Summit, il convegno italiano più importante per contenuti e qualità dei relatori organizzato il prossimo 16, 17 e 18 marzo a Milano dal Clusit, la più autorevole Associazione del settore.
 
Di primissimo piano il livello dei relatori: docenti universitari, consulenti, uomini di impresa, tra i quali spiccano due figure ben note nel panorama dei professionisti della sicurezza, l’americano Mark Abene, che qualche anno fa imperversava nel mondo degli hacker con il nickname Phiber Optik, e l’irlandese Sharon Conheady, una delle poche donne con un posto di rilievo nella security, specializzata sui temi del social engineering. I due ospiti internazionali, insieme al francese Pascal Lointier, presidente del Clusif, l’equivalente transalpino del Clusit, apriranno le mattine dei tre giorni di convegno con un “one man show” che sta attirando centinaia di partecipanti da tutta Italia: occasione rara di ascoltare ed entrare in contatto con esperti di questo calibro.
 
Ma a fornire reale e corposa sostanza alle giornate di convegno saranno gli oltre 100 relatori nazionali che “sezioneranno” tutti i temi più importanti del settore per il pubblico: dall’analisi del budget dedicato alla security e al rapporto con i fornitori, alla visione strategica sul futuro del settore, all’uso dei social network in banca, fino alle tematiche di contenuto più tecnico come il Log Management, la gestione della Content Security, dello Spam e delle nuove minacce, l’evoluzione del Malware, la Biometria e strong authentication per l'accesso ai dati sensibili con un case Study legato all'implementazione in una banca di Ginevra, lo Spionaggio industriale, la Sicurezza nella telefonia mobile, il Cloud Security Computing. Tematiche tutte indirizzate ovviamente agli esperti del settore che potranno godere di un aggiornamento professionale garantito tra l’altro dal Clusit stesso e per ciò valido in tutte le occasioni professionali.
 
Ma Security Summit ha una visione più ampia del tema Security e allarga il suo raggio di interesse anche alle tematiche legali e alle tematiche di “gestione della sicurezza” con due eventi di grande rilievo: il primo dedicato al ritorno degli investimenti in sicurezza informatica (ROSI), tema di enorme importanza per tutte le organizzazioni, e il secondo dedicato alla battaglia contro le frodi interne, le più subdole e pericolose perché colpiscono dietro le spalle.
 
Security Summit si svolge a Milano presso l’Hotel Executive, via Don Sturzo, é a partecipazione gratuita, ma richiede la iscrizione via web sul sito che riporta anche tutto il complesso e articolato
programma www.securitysummit.it
 
Accanto a Security Summit, perché, dicono gli organizzatori, “non si vive di solo lavoro” sono state organizzate anche due occasioni ludiche. La prima si svolge il sabato precedente al convegno, nell’area di Corso Como ed è CAT, Cracca Al Tesoro, una sorta di caccia al tesoro per hacker “legali” che debbono superare sbarramenti informatici messi a punto da un agguerrito team di esperti.
 
La seconda occasione é invece una vera e propria chicca per cinefili e esperti di security: Hacking Film Festival, una rassegna serale di film e documentari underground che si svolgeranno nell’Auditorium delle Scuole Civiche di Milano di corso di Porta Vigentina 15.
 
Anche in questo caso il programma e i moduli di iscrizione sono sul sito del convegno.
Per Informazioni Tel 02 67101088
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl