Nasce ePart, il portale dei cittadini che partecipano

27/mag/2010 11.04.43 Posytron Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
REGGIO CALABRIA – MILANO, 20 maggio 2010 – Un modo per rendere più concreta ed utile la partecipazione dei cittadini alla gestione della “cosa pubblica”. Una declinazione della ben nota “democrazia partecipativa” da più parti sollecitata. ePart vuole dare una mano ai cittadini e, parallelamente, alle Amministrazioni pubbliche, affinché le disarmonie ed i disservizi che quotidianamente vengono registrati nei centri urbani, possano trovare una rapida ed efficace soluzione. La strada che percorri abitualmente presenta pericolose buche? I muri della tua abitazione sono devastati dall’affissione abusiva di manifesti? La conduttura fognaria si è rotta, riversando sull’asfalto liquami maleodoranti? Per il cittadino, in questo caso, interagire con la Pubblica Amministrazione è semplice: una volta rilevato il problema è sufficiente disporre di un computer, entrare nel sito internet di ePart (www.epart.it), localizzare il corrispondente punto sulla mappa ed effettuare la segnalazione all’Amministrazione competente, compilando gli appositi campi. Dallo stesso portale sarà possibile seguire lo stato dei lavori fino alla risoluzione del problema. Per i Comuni, attraverso un sistema di tracking, è altrettanto semplice gestire, smistare e monitorare - attraverso liste e report statistici sviluppati ad hoc - le segnalazioni dei cittadini, informandoli sullo stato di avanzamento dei lavori in modo tempestivo. ‘Attraverso questa soluzione, Posytron offre al mercato pubblico e privato una formula estremamente innovativa e concretamente “partecipativa” – ha dichiarato l’ing. Alberto Muritano CEO di Posytron. L’idea nasce dall’esigenza diffusamente avvertita di fare, nel rispetto dei rispettivi ruoli, qualcosa per migliorare il proprio territorio, nell’ottica di un benessere civico della comunità di cui si avverte sempre più il bisogno. L’attenzione per il “bene comune”, infatti, spesso non trova adeguate forme di tutela, soprattutto laddove la farraginosità delle procedure burocratiche rallenta gli interventi, amplificando i disagi per i cittadini. ePart – spiega ancora l’ing. Muritano - è uno strumento che consente di sentirsi concretamente parte di un territorio, una sorta di “assunzione di responsabilità”, del cittadino da una parte - nella fase della segnalazione – e dell’amministratore pubblico dall’altra – nella successiva attivazione delle procedure di intervento’. Mettere a frutto le nostre competenze per soluzioni tecnologiche che avvantaggiano direttamente o indirettamente i cittadini ci riempie di orgoglio e ci stimola a ricercare nuove e più efficaci soluzioni nel mondo dell’ICT.’ Per maggiori informazioni: Ufficio Marketing mkt@posytron.com www.posytron.com www.geoworkflow.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl