Comunicato stampa: la videoconferenza di Vidyo è su tablet e smartphone

24/giu/2010 14.39.44 Quorum Pr Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Vidyo annuncia la videoconferenza su smartphone e tablet
con sistema operativo Android e MeeGo

Milano, 24 giugno 2010 - Vidyo, l'azienda che ha rivoluzionato la tecnologia della telepresenza, annuncia la disponibilità di un Software Development Kit (SDK) per lo sviluppo di soluzioni di videoconferenza multipunto su smartphone e tablet con sistema operativo Android e MeeGo (ex Moblin) e processore Intel Atom Z6xx o ARM. La tecnologia Vidyo viene già usata da diverse aziende per l'integrazione della videoconferenza all'interno di applicazioni per PC o sistemi da sala riunioni, e adesso - grazie alle sue caratteristiche - è la prima in assoluto ad arrivare anche su smartphone e tablet, due piattaforme che sono fuori dalla portata delle soluzioni di telepresenza della maggior parte dei vendor presenti sul mercato.

La VidyoTechnology sfrutta le caratteristiche dell'architettura brevettata basata su VidyoRouter, che offre un'elevata tolleranza agli errori ed elimina la latenza tipica dei sistemi basati su MCU, e quindi permette di ottenere una comunicazione audio e video HD naturale e di ottima qualità su reti Internet, LTE, 3G e 4G, a un costo largamente inferiore rispetto ai sistemi di videoconferenza tradizionali. Il software sfrutta le caratteristiche dei processori multicore Intel su desktop e notebook Windows, MacOS X e Linux, su netbook, su sistemi da sala, e ora anche su smartphone e tablet. Una dimostrazione delle potenzialità è stata effettuata a gennaio durante il keynote Intel al CES di Las Vegas e in questi giorni nel corso di una presentazione al Computex di Taipei.

Vidyo è l'unica azienda a fornire un'architettura che sfrutta la compressione video H.264 SVC (Scalable Video Coding) in grado di fare a meno della costosa MCU (Multipoint Central Unit) per le soluzioni di videoconferenza. Lo standard H.264 SVC codifica un flusso video su più livelli, ciascuno dei quali ha risoluzione, qualità e bit rate diverso (e crescente). Il VidyoRouter gestisce in modo intelligente il flusso video, distribuendo a ognuno dei sistemi collegati solo il livello - o i livelli - che possono essere gestiti senza problemi dalla configurazione locale, dove avviene la decodifica del flusso in entrata e la codifica del flusso in uscita. Tutto questo riduce la latenza end-to-end a meno della metà rispetto alle soluzioni basate su MCU.

Vidyo, Inc. è il pioniere della Personal Telepresence, dato che consente una videocomunicazione multi-punto naturale su Desktop Computer e sistemi da sala dedicati. L'architettura brevettata da Vidyo basata sul VidyoRouter è l'unica soluzione H.264/Scalable Vidyo Coding (SVC) che elimina la MCU, permette la migliore gestione  degli errori di trasmissione (vedasi video) oltre a garantire la minima latenza di videocomunicazione su Internet e le reti wireless. La VidyoTechnology è utilizzata da Hitachi, Teliris, Shoretel e altre importanti aziende internazionali. Vidyo è una società privata che ha raccolto 63 milioni di dollari dai fondi Menlo Ventures, Sevin-Rosen, Rho Ventures, Star Ventures e Four Rivers Group. In Italia è presente con una filiale in Piazza Affari a Milano. Per ulteriori informazioni www.vidyo.com . Segui Vidyo su Twitter@VidyoConf .

Contatti stampa:
Quorum Pr - tel. 02-6701861
Giovanna Benvenuti, giovanna.benvenuti@quorum-pr.com Italo Vignoli, italo.vignoli@quorum-pr.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl