microspie intercettazioni ambientali

La potenza della trasmissione radio di una microspia è spesso molto debole in quanto una delle necessità prioritarie è quella di consumare meno corrente possibile per massimizzare la durata della pila (la cosa cambia per alimentazione a rete 220 v).

01/mar/2011 21.39.36 Spyproject Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

microspie ambientaliLe microspie ambientali è una microspia che non appoggiandosi a nessuna struttura ramificata e consolidata è soggetta agli ostacoli ambientali ed è limitata dal raggio di azione, altrimenti noto come "portata". La potenza della trasmissione radio di una microspia è spesso molto debole in quanto una delle necessità prioritarie è quella di consumare meno corrente possibile per massimizzare la durata della pila (la cosa cambia per alimentazione a rete 220 v). Per questo motivo il raggio di azione di una microspia è spesso contenuto indicativamente 100-200 metri in ambito urbano e oltre 800 metri in assenza di ostacoli significativi fra trasmettitore e ricevitore. Esistono microspie ricavate da apparecchi radio commerciali, che sono in grado di irradiare piu' potenza, ma per il loro funzionamento richiedono molta energia. Pertanto le dimensioni totali non saranno piu' microscopiche, inoltre l'autonomia totale sara' limitata a qualche ora (la cosa cambia per alimentazione a rete 220 v). La portata puo' essere aumentata, ricorrendo ad antenne direttive. In pratica, si collega al ricevitore, un antenna ad altro guadagno, puntata verso la zona dove è attivo il trasmettitore. In base alla tipologia di antenna utilizzata, si riesce ad aumentare notevolmente la portata.

per questo e altro ancora visita il sito www.spyproject.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl