Sviluppo di Internet e tutela dell’utente: la sfida del futuro si gioca a Roma

21/mar/2011 09.38.45 Innovability Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Operatori, Istituzioni e clienti riuniti il 31 marzo a Roma, in occasione della III edizione EXPO COMM ITALIA 2011 presso la Nuova Fiera di Roma, per discutere di Rete, investimenti nelle NGN e tutela dei consumatori. Neutralità della rete, l’accesso uguale per tutti ai contenuti e ai servizi disponibili sul web, la qualità dei servizi erogati e la gestione del rapporto con il cliente. Temi di scottante attualità, oggi al centro dell’attenzione del mondo delle telecomunicazioni alle prese con gli investimenti necessari per passare alle reti di nuova generazione (NGN). Queste le sfide su cui si discuterà nella sessione plenaria di chiusura che si terrà giovedì 31 marzo dalle ore 14.30 alle 16.30 a EXPO COMM ITALIA 2011 www.expocommitalia.it, la più importante manifestazione fieristica per le tecnologie di alto livello per l’intera area del Mediterraneo, quest’anno in contemporanea con SMAU Roma, per creare nuove sinergie e dare un nuovo valore ad entrambi i progetti. A dare il via ai lavori il Sen. Roberto Napoli, Commissario, AgCom, e Giuseppe Chiaravalloti, Vicepresidente, Autorità Garante della Privacy, seguirà una vivace tavola rotonda a cui prendono parte Federico Flaviano, Direttore Tutela dei Consumatori, AgCom; Giuseppe Chiaravalloti, Vicepresidente, Autorità Garante della Privacy; Mario Frullone, Direttore delle Ricerche, Fondazione Ugo Bordoni; Augusto Preta, DG, ITMedia Consulting; Marco Pierani, Responsabile Relazioni Esterne Istituzionali, Altroconsumo, Luca Bolognini, Presidente, Istituto Italiano Privacy e un rappresentante ASSTEL. Gli operatori si trovano a dover fornire un’informazione dettagliata sulle loro pratiche di gestione del traffico e a garantire una qualità minima per i servizi prioritari, come il VoIP, l’accesso broadband o l’IPTV. Senza queste garanzie non è possibile lo sviluppo esponenziale di questi nuovi servizi. Ecco nascere alcune iniziative, come quella di AgCom, realizzata in collaborazione con la Fondazione Bordoni, per offrire un misuratore “ufficiale” della QoS (Quality of Service) erogata. Inoltre, sul fronte del rapporto con la clientela, dal 1° febbraio si può chiedere l’iscrizione al Registro pubblico delle opposizioni, un nuovo servizio, concepito a tutela del cittadino, che detta le nuove regole del marketing telefonico, uno strumento per rendere più competitivo e trasparente il mercato tra gli operatori di marketing telefonico. L'Italia si allinea dunque al resto d'Europa che da tempo ha scelto questa strada insieme a quella, parallela, del codice di autoregolamentazione degli operatori, così come hanno fatto ad esempio le imprese della filiera delle tlc, riunite in ASSTEL, con l’obiettivo di mantenere un equilibrio tra regolamentazione, tutela dell’utente e salvaguardia del telemarketing, importante canale di rapporto tra operatori e clientela. Per ulteriori informazioni consultare: www.expocommitalia.it oppure contattare: Monica Rovelli mobile: 329-9020202 E-mail: mrovelli@innovability.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl