Pubblicato il 1° Rapporto PRS sullo stato di attuazione del CAD – maggio 2011

Pubblicato il 1° Rapporto PRS sullo stato di attuazione del CAD - maggio 2011 Nell'ambito della miriade di iniziative realizzate dagli espositori in concomitanza dell'ultimo Forum PA, la PRS Planning Ricerche e Studi, società di consulenza esperta nella Pubblica Amministrazione, ha pubblicato il 1° rapporto sullo stato di attuazione del Codice dell'Amministrazione Digitale (noto anche come CAD), ovvero delle disposizioni normative finalizzate all'utilizzo dell'innovazione tecnologica come strumento per la semplificazione nei rapporti tra la pubblica amministrazione ed i cittadini e le imprese.

Luoghi Kanto-chiho
Argomenti zoology

08/giu/2011 18.25.35 PRS Planning Ricerche e Studi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Pubblicato il 1° Rapporto PRS sullo stato di attuazione del CAD – maggio 2011

Nell’ambito della miriade di iniziative realizzate dagli espositori in concomitanza dell’ultimo Forum PA, la PRS Planning Ricerche e Studi, società di consulenza esperta nella  Pubblica Amministrazione, ha pubblicato il 1° rapporto sullo stato di attuazione del Codice dell’Amministrazione Digitale (noto anche come CAD), ovvero delle disposizioni normative finalizzate all’utilizzo dell'innovazione tecnologica come strumento per la semplificazione nei rapporti tra la pubblica amministrazione ed i cittadini e le imprese.

Il rapporto, realizzato sulla base di un sondaggio condotto dalla stessa PRS su base volontaria su un campione prevalentemente composto da addetti ai lavori per rilevare lo stato di applicazione del nuovo CAD,  mette in luce un quadro composito caratterizzato da attenzione, diversificazione ed evoluzione e che – come affermato dall’Amministratore di PRS – “… ha fornito risultati, ai quali pur non potendosi attribuire valenza scientifica, tuttavia, danno il polso dell’interesse e dello stato di attenzione del CAD da parte delle Amministrazioni. Ad ognuno dei partecipanti al sondaggio abbiamo inviato nei giorni scorsi il report di autovalutazione nel quale abbiamo indicato sia il posizionamento delle loro amministrazioni rispetto alla normativa, sia le iniziative più urgenti da intraprendere per conformarsi alle disposizioni. Quanto al risultato aggregato, le risposte fornite ai 10 quesiti, corrispondenti ad altrettante tematiche del Codice, hanno fatto emergere livelli di attuazione variamente differenziati in relazione tematiche diversi temi, ma più omogenei di quanto prevedessimo in relazione alla segmentazione del campione per tipologia di amministrazione, per dimensioni e per area geografica. Alle diverse conferme si è affiancata, quindi, anche qualche piacevole sorpresa…”.
Quanto al dettaglio dei risultati, il rapporto mette evidenzia come il tema dei “Siti istituzionali” già ora risulti in linea con le prescrizioni normative del nuovo Codice, mentre altre aree (“Predisposizione dei piani di emergenza”, “Conservazione degli archivi informatici” e “Customer satisfaction”) sono già orientate all’allineamento rispetto agli obiettivi richiesti dalla normativa. Rispetto ai restanti temi, l’evoluzione delle organizzazioni sembra ancora segnare il passo, ma la tempistica di attuazione prevista dalla normativa lascia ancora spazi per recuperi e prese di beneficio.
Si tratta tuttavia di un’indagine che non si esaurisce con le rilevazioni effettuate dalla PRS in concomitanza del Forum PA, ma che continua on line sul sito www.prsmonitor.eu per fornire aggiornamenti periodici finalizzati a rappresentare le progressive evoluzioni delle amministrazioni, di pari passo con la tempistica di attuazione prevista dal Codice stesso. Un calendario contingentato con l’intento dichiarato dal Ministro Renato Brunetta, di garantire che l'amministrazione digitale non resti solo una mera dichiarazione di principio, ma diventi una realtà in grado di incidere effettivamente sui comportamenti e le prassi delle amministrazioni e sulla qualità dei servizi resi a cittadini e imprese.

Nell’ambito delle molte iniziative volte a ridurre il gap culturale che molte amministrazioni, soprattutto di dimensione medio e piccole, devono colmare nell’applicazione del CAD, PRS ha predisposto CADdy Golf, uno strumento on line che utilizzando la metafora del gioco del GOLF, buca dopo buca, permette al funzionario dell’amministrazione (il golfista), di affrontare tutte le tematiche trattate dal CAD. Nei momenti di difficoltà può avvalersi del Caddy, il supporto on line, che gli mette a disposizione riferimenti normativi, suggerimenti, consigli, strategie e strumenti per affrontare adeguatamente le diverse tematiche.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl