Informazioni per la stampa: Ricerca presentata da McAfee: MILIONI DI UTENTI PERDONO I RICORDI DI MATRIMONI, VACANZE E AMICI.

Allegati

24/nov/2005 05.46.00 Prima Pagina Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Informazioni per la stampa

 

MILIONI DI UTENTI PERDONO I RICORDI DI MATRIMONI, VACANZE E AMICI…

 

Gli utenti Internet non riescono a proteggere in modo sicuro i loro archivi digitali

 

 

San Donato Milanese (MI), 11 novembre 2005. In base ai risultati di una nuova ricerca presentata oggi da McAfee, sono milioni gli utenti Internet che rischiano di perdere i propri ricordi più cari perché non sono in grado di proteggere i loro archivi digitali dagli attacchi dei criminali informatici.

 

Le minacce Internet hanno già fatto piazza pulita di generazioni di ricordi di famiglia, foto di figli e nipoti, matrimoni indimenticabili e vacanze da sogno, senza dimenticare il costo di varie centinaia di milioni di Euro associato alla perdita di intere collezioni musicali digitali. 

 

Sulla base diun’indagine condotta su 1.500 adulti in tutta Europa, la ricerca ha evidenziato che una persona su cinque (pari al 20%) ha già subito la perdita definitiva di ricordi e file musicali digitali insostituibili a causa di un virus.

 

Proprio per il rischio elevato, un numero sempre maggiore di Europei sta tornando a utilizzare vecchie scatole da scarpe e buste per archiviare i loro beni i valore invece di utilizzare PC, telefonici cellulari e PDA come archivi digitali: 

 

§         Solo due terzi (66%) archiviano le loro foto in modo digitale

§         Solo poco più di un terzo (36%) archiviano digitalmente le compilation musicali

§         Oltre due terzi (70%) hanno memorizzato in modo digitale l’intera rubrica di numeri di telefono (il 47% esclusivamente su un telefono cellulare)

§         Il 16% memorizza in modo digitale tutti i dettagli personali relativi a conti bancari e carte di credito

§         Il 6% ha ammesso che se perdesse la propria rubrica digitale non saprebbe come contattare molti amici e colleghi

§         L’81% di coloro che hanno perso materiali preziosi si biasimano e ammettono che avrebbero dovuto prendere maggiore precauzioni

 

Il cosiddetto digital lifestyle sta prendendo sempre più piede anche in Italia, con un crescente numero di utenti che memorizza in formato digitale ciò che è loro più caro, come per esempio foto, video e musica. Prendendo come riferimento il più recente rapporto Assinform, solo l’anno scorso sono stati venduti 862.000 PC nel reparto consumer, la ricerca presentata da McAfee stima che di questi il 62% rischi di perdere più di 125 milioni di euro di musica acquistata on-line.

 

L’Europa del Sud abbraccia il 21° secolo…

La ricerca evidenzia attitudini ed emozioni contrastanti quando si tratta di memorizzare e proteggere le cose più importanti.   

 

La Spagna è prima in Europa quando si tratta di archiviare digitalmente i dati e le informazioni più preziose: infatti i tre quarti (78%) delle persone intervistate memorizza le proprio foto esclusivamente su supporti digitali (il 14% dei quali memorizza i propri interi album fotografici in modo digitale) e la metà (49%) archivia in formato digitale la propria musica preferita.

 

L’89% degli intervistati in Italia ha affermato di aver memorizzato l’intera rubrica telefonica di amici e colleghi in formato digitale – il numero più alto in Europa – e, dato che fa riflettere, uno su dieci (9%)  ha affermato che perderebbe per sempre i contatti con amici e conoscenti se accadesse qualcosa ai dati memorizzati digitalmente in rubrica.

 

La Germaniaè risultata la nazione più prudente con la metà (48%) degli intervistati che archivia le proprio foto online e un quarto (28%) memorizza la propria musica digitalmente.

 

… Ma non è in grado di proteggere i propri archivi digitali

Ma Spagna e Italia pagano pegno quando si tratta perdere i beni per loro più importanti. Un terzo (30%) degli intervistati in Spagna e poco meno di un terzo (29%) degli italiani hanno perso per sempre elementi preziosi quali foto, filmati, immagini e musica che avevano archiviato digitalmente. 

 

Gli intervistati nel Regno Unito hanno affermato di aver perso molto poco (solo il 12% di coloro che hanno risposto). 

 

Le emozioni giocano il ruolo maggiore in Spagna dove quasi la metà (43%) ha affermato di essere veramente preoccupati dal rischio di perdere tali archivi di memorie digitali ed elementi che rivestono un particolare valore affettivo per loro. 

 

Ombretta Comi, Marketing Manager Italy, McAfee Inc., sottolinea che “Internet sta trasformando il modo in cui viviamo la nostra vita, acquisiamo e conserviamo le cose che per noi hanno più valore.  Scattiamo fotografie di cose e persone per noi importanti, acquistiamo musica che per noi ha un significato, salviamo i nostri contatti digitali ma rischiamo di perdere ciò che più conta e che ci rende quello che siamo. I criminali informatici utilizzano tecniche sempre più sofisticate e dobbiamo perciò fornire agli utenti modi semplici per poter conservare i loro beni personali e i ricordi più cari in modo sicuro per il futuro.”

 

 

 

Nota per i giornalisti

 

La ricerca

ICM Research ha intervistato telefonicamente un campione casuale di 1.502 adulti (a partire dai 18 anni compiuti) tra il 10 e il 22 Ottobre 2005. Le interviste sono state condotte in Inghilterra, Spagna, Italia, Olanda, Germania e Francia e i risultati sono stati soppesati in base al profilo di tutti gli adulti.  ICM è un membro del British Polling Council e si attiene a proprie regole e convenzioni. Ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo www.icmresearch.co.uk

 

 

A proposito di Mcafee Inc.

Con sede principale a Santa Clara, California, McAfee, Inc., uno dei principali leader nelle soluzioni per la prevenzione delle intrusioni e il Security Risk Management, offre prodotti e servizi di sicurezza riconosciuti e proattivi che proteggono sistemi e reti in tutto il mondo.  McAfee mette a disposizione la propria approfondita competenza, impegno e innovazione di  utenti consumer, aziende, pubblica amministrazione e service provider  per aiutarli a bloccare gli attacchi, evitare interruzioni delle attività e tracciare e migliorare costantemente la loro sicurezza.

Ulteriori informazioni sono disponibili su Internet all’indirizzo: http://www.mcafee.com/.

 

Per Informazioni:
Ufficio Stampa                                      Tania Acerbi
McAfee                                                                        Prima Pagina Comunicazione
Tel: 02/51.61.81                                                         Tel: 02/76.11.83.01
Fax: 02/51.07.62                                                         Fax: 02/76.11.83.04

e-mail: tania@primapagina.it

Vi informiamo che i Vostri dati personali vengono trattati in rispetto del Codice in materia dei dati personali e ne viene garantita la sicurezza e la riservatezza.
Per i nostri trattamenti ci avvaliamo di responsabili ed incaricati il cui elenco è costantemente aggiornato e può essere richiesto rivolgendosi direttamente alla Società titolare al numero di telefono 02 76118301. In qualsiasi momento potrete fare richiesta scritta alla Società titolare per esercitare i diritti di cui all¹art. 7 del D.lgs 196/2003 (accesso correzione, cancellazione, opposizione al trattamento, ecc.).

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl