Lifelong learning in Europa: bassi tassi di partecipazione alla formazione permanente

30/lug/2012 11.15.19 Net Logos Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nonostante la formazione e l’apprendimento permanente rappresentino un fattore di successo importante per l’invecchiamento attivo, permettendo agli individui di mantenere aggiornate le proprie capacità e competenze, si registrano in tutta Europa bassi tassi di partecipazione al lifelong learning, soprattutto per quanto riguarda la popolazione più matura, in particolare gli over 54.

I dati rilevati attraverso la Labour Force Survey evidenziano anche per il 2011 la presenza di un gap significativo nella partecipazione formativa, che colpisce gli ultracinquantenni di tutti i paesi dell’Unione europea.

Life long learning, formazione permanente

Come indicatore è stato preso in considerazione il tasso di partecipazione all’istruzione e alla formazione per la popolazione adulta compresa fra i 25 e i 64 anni e per quella compresa tra i 55 e i 64 anni.

Da ciò si evince come il divario generazionale sia presente in tutti i paesi europei, con differenziali che raggiungono i 10 punti percentuali in Finlandia (23,8% nei 25-64 enni e 13,5% nei 55-64enni) mentre i più alti tassi di partecipazione degli ultracinquantenni alle attività di istruzione e formazione si registrano in Danimarca (24,0%), Svezia (17,2%) e Finlandia (13,5%), dove l’age gap formativo tra le due classi di età considerate è comunque molto ampio (fra gli otto e i dieci punti percentuali).

L’Italia si colloca al diciannovesimo posto, con un tasso di partecipazione alle attività di istruzione e formazione dei 25-64enni di circa 3 punti percentuali inferiore alla media UE e pari al 5,7%. Il divario generazionale che si registra nel nostro Paese è pari a 3,3 punti percentuali, dato che il tasso di partecipazione dei senior alle attività formative si attesta soltanto al 2,4%.

Il problema del divario generazionale nel lifelong learning, come evidenziato da questi dati, si estende quindi in tutta Europa e rappresenta uno dei motivi per cui le nazioni trovano tante difficoltà nel rispondere alla mutata situazione economica, mancando competenze ed abilità per coprire le nuove esigenze.

Net Logos Formazione persegue la strategia della formazione permanente, che ha come obiettivo primario quello di assicurare l’inclusione sociale e lavorativa, senza preclusioni di genere e di stratificazione sociale, fornendo servizi e strumenti per tenersi sempre aggiornati.
Oggi apprendere da adulti non è più una scelta ma una necessità, soprattutto in periodi di crisi, quando alcune competenze in più possono fare la differenza, sia in ambito professionale che sociale.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl