Sophos Top Ten Novembre 2006: tre delle dieci minacce più diffuse sono in grado di bypassare il sistema di prote?= =?iso-8859-1?Q?zione di Vista ?zione di Vista

Allegati

06/dic/2006 12.00.00 Pragmatika Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sophos Top Ten Novembre 2006: tre delle dieci minacce più diffuse sono ingrado di bypassare il sistema di protezione di Vista

                                                                                             

 

Si tratta diStratio-Zip, Netsky-D e MyDoom-O, che insieme costituiscono il 39,7% di tuttoil malware attualmente in circolazione. In questo mese è stata registrata laquota record di nuove minacce identificate: 7.612.

 

Milano, 6 dicembre 2006

 

Sophos, società leader a livellomondiale nel settore della sicurezza informatica, ha reso nota la classificadel malware e dei falsi allarmi che hanno dominato la scena nel mese di novembre 2006, causando problemi agli utenti ditutto il mondo.

 

Il rapporto compilato sui dati raccolti dai SophosLabs, rivelache il worm Stratio-Zip, responsabile di un terzo delle segnalazioni complessive,ha strappato a Netsky-P il primato di malware più diffuso in circolazione.

 

Subito dopo il lancio di WindowsVista, il nuovo sistema operativo di Microsoft, gli esperti di Sophos hannoconstatato che tre delle dieci minacce presenti nella Top Ten sono in grado dibypassare il sistema di protezione di Vista e infettare i PC degli utenti. Sitratta di Stratio-Zip, Netsky-D e MyDoom-O, che insieme costituiscono il 39,7%di tutto il malware attualmente in circolazione.

 

La top ten del malware per il mese dinovembre 2006 è la seguente:

 

 1.Stratio-Zip                                  33,3%

 2.Netsky-P                                     15,6%

 3.Bagle-Zip                                    6,1%

 4.Zafi-B                                          4,3%

 5.Netsky-D                                     3,9%

 6.Nyxem-D                                      2,5%

=6.MyDoom-O                               2,5%

 8.Mytob-C                                      2,4%

 9.Sality-AA                                    1,8%   Nuova entrata

10.Zafi-D                                          1,7%

 

Altri                                                  25,9%

 

Gli esperti di Sophos hanno testatoogni singola minaccia presente nella Top Ten sulla piattaforma Vista perstabilire se gli utenti che utilizzano il nuovo sistema operativo, senza averinstallato un software di sicurezza di terze parti, sono esposti al rischio diinfezioni.

 

Dai risultati dei test è emerso che,mentre il client di posta Windows Mail (il successore di Outlook) è stato ingrado di identificare e bloccare tutte le minacce, i worm Stratio-Zip, Netsky-De MyDoom-O, che sfruttano la posta elettronica per diffondersi, sono staticapaci di far breccia nel sistema di protezione di Vista quando l’accessoalla posta elettronica avveniva mediante un client di posta di terze parti viaweb. Questa vulnerabilità rappresenta un serio problema per le aziende checonsentono ai propri dipendenti di accedere alle mail private dal PCdell’ufficio e per le società che stanno ventilando l’adozione diun client di posta alternativo.

 

"Si sonofatte molte illazioni sull’eventuale estinzione del malware esistente permerito di Vista, ma a quanto pare queste voci sono già smentite", ha dichiarato Walter Narisoni,Security Consultant di Sophos Italia. "SebbeneMicrosoft meriti un elogio per gli enormi progressi in fatto di sicurezzacompiuti con Vista, l’utilizzo di un software di protezione a parte restaindispensabile per eliminare il rischio di infezioni. Inoltre, i criminalidella Rete si saranno già messi all’opera per creare malware specificoper Vista. Occorre che gli utenti si accertino se la soluzione che utilizzano attualmentesia veramente in grado di garantire una protezione adeguata contro le minacceemergenti, dato che alcuni produttori continuano a riscontrare probleminell’adattare i propri software all’ambiente operativo Vista".

 

Il volume di mail infette simantiene basso: una sola mail infetta su 357, pari allo 0,28% di tutte le mailin circolazione. Durante il mese di novembre, Sophos ha identificato la cifrarecord di 7.612 nuove minacce, pertanto il numero totale di malware da cui è ingrado di proteggere è salito a 201.433.

 

La classificadei falsi allarmi e delle catene di Sant’Antonio per il mese di novembre2006 è la seguente:

 

 1.Hotmailhoax                                           7,7%

 2.Olympictorch                                          7,2%

 3.Budweiser frogsscreensaver               6,3%

 4.Parcel DeliveryService scam               4,9%

 5.A virtual cardforyou                              4,1%

 6. Bonsaikitten                                          3,7%

 7. Justice forJamie                                   3,0%

 8.MSN is closingdown                             2,8%

 9.Meninas daPlayboy                              2,7%

10.Applebees GiftCertificate                   2,7%

 

Altri                                                               54,9%

 

Igrafici di questa top ten sono disponibili all’indirizzo:

www.sophos.com/pressoffice/imggallery/topten/

 

Permaggiori informazioni sull’uso sicuro del computer, incluse le regole perproteggersi dai falsi allarmi, visitate: www.sophos.com/virusinfo/bestpractice/

 

Nota: Sophos mette a disposizionetramite feed RSS informazioni gratuite e costantemente aggiornate sul malwarepiù recente e news sulla sicurezza. Per maggiori informazioni visitate: http://www.sophos.it/feeds

 

Nota: per igiornalisti è disponibile la protezione antivirus gratuita. Per maggioriinformazioni sulle modalità per richiedere questo servizio visitate:

http://www.sophos.it/pressoffice/offer

 

A proposito di Sophos

 

Sophos è società leader nello sviluppo di soluzioni per la protezioneintegrata dalle minacce informatiche – codici malevoli noti esconosciuti, spyware, intrusioni, applicazioni indesiderate, spam e violazionidelle policy di sicurezza – destinate alle imprese, al settore educatione alla pubblica amministrazione. Progettati presso la sede centrale ad Oxfordin Gran Bretagna e presso il secondo centro di sviluppo di Sophos a Vancouver,i prodotti Sophos, efficienti e facili da utilizzare, proteggono le infrastruttureIT sia a livello gateway che endpoint, e sono stati scelti da  più di 35milioni di utenti in oltre 150 Paesi. Grazie alla sua esperienza ventennale ead una rete mondiale di centri per l’analisi delle minacce informatiche,Sophos reagisce tempestivamente alle minacce emergenti, indipendentemente dallaloro complessità, raggiungendo un elevato grado di soddisfazione generale deiclienti.

 

 

 

Ufficio StampaSophos Italia  

 

Pragmatika S.r.l.

 

Rossella Lucangelo

SilviaVoltan                                                

 

Tel.051.6242214                                                              

 

ross@pragmatika.it                                                                                 

silvia@pragmatika.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl