IBM Watson accelera l’espansione globale

10/ott/2014 15:02:56 Ketchum Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 Il Bumrungrad International Hospital in Tailandia, il Metropolitan Health in Sudafrica, l’ANZ Global Wealth e la Deakin University in Australia porteranno Watson sul mercato

Watson sta imparando lo spagnolo con CaixaBank

Il fondatore di Travelocity e Kayak.com ridefinisce l’esperienza del viaggio con Watson; la prima ondata di start-up e partner presenta per la prima volta app alimentate da Watson

Inaugurato il quartier generale di Watson nella Silicon Alley a New York

 Milano, 10 ottobre 2014 – IBM ha annunciato nuove importanti tappe che incrementano l’adozione di Watson e delle funzionalità di cognitive computing fornite via cloud su scala mondiale. Watson è una piattaforma rivoluzionaria che rappresenta la nuova era del calcolo, basata sulla capacità di interagire tramite il linguaggio naturale, di elaborare grandi quantità di Big Data per scoprire modelli e informazioni e di apprendere da ogni interazione.


Secondo Gartner, Inc., le “macchine intelligenti” rappresenteranno il cambiamento più rivoluzionario mai determinato nell’information technology, in grado di dare alle persone più efficienza e di consentire loro di fare “l’impossibile”.


IBM promuove la tecnologia Watson in tutto il mondo, annunciando:

·         Il coinvolgimento di Watson presso clienti in sei continenti e più di 25 Paesi, tra cui Sudafrica, Australia, Regno Unito, Tailandia, Canada e Stati Uniti.

·         Watson sta imparando lo spagnolo grazie a una nuova partnership con la CaixaBank, in Spagna.

·         La prima ondata di partner dell’ecosistema Watson che presenta sul mercato app alimentate da Watson, in settori quali viaggi, retail, servizi IT, sanità e non-profit.

·         L’apertura del quartier generale di Watson nella Silicon Alley, a New York, e di cinque nuovi Watson Client Experience Center a livello mondiale

“Watson sta anticipando la nuova era del computing, consentendo alle organizzazioni di tutto il mondo di lanciare nuove imprese, ridefinire i mercati e trasformare i settori” spiega Mike Rhodin, Senior Vice President IBM Watson Group. “Watson alimenta un nuovo mercato e un nuovo ecosistema di clienti, partner, sviluppatori, venture capitalist, università e studenti. Le prossime grandi innovazioni arriveranno da persone in grado di stabilire connessioni invisibili agli altri, e Watson rende tutto ciò possibile”.  

I clienti in tutto il mondo adottano Watson

Watson acquista slancio ora che le imprese adottano le tecnologie cognitive per trasformare il modo di interagire con i clienti. Dalla costituzione dell’IBM Watson Group a gennaio di quest’anno, Watson è cresciuto costantemente con nuovi clienti che continuano a implementare questa tecnologia in tutto il mondo:

· ANZ Global Wealth (Australia) – Nelle prossime settimane, ANZ presenterà il nuovo Watson Engagement Advisor Tool nel suo centro “Grow” di Sydney e lo lancerà a livello più generale per oltre 400 esperti di pianificazione finanziaria. Con l’apertura del tool di Watson all’ambiente esterno, ANZ potrà osservare le tipologie di domande generate sia dai clienti che dai consulenti finanziari, per continuare a potenziare le capacità e la conoscenza di Watson. L’obiettivo di ANZ per Watson è di permettere al suo team di consulenti finanziari di fornire un processo di consulenza perfezionato – rendendo più rapido ed efficiente per i clienti ricevere una formulazione di consulenza finanziaria, riducendo i tempi da settimane ad appena una sessione. Il lavoro iniziale di Watson si svolge nell’area delle assicurazioni e della tutela, ma presto si espanderà fino a coprire l’intera strategia patrimoniale, inclusi fondi pensione e investimenti.

· Bumrungrad International Hospital (Tailandia) – Il Bumrungrad prevede di utilizzare Watson per migliorare la qualità delle cure oncologiche presso il suo centro medico di Bangkok e la valutazione dei casi clinici nelle sedi di riferimento, in 16 Paesi in quattro continenti. Per un quinquennio, Bumrungrad utilizzerà IBM Watson for Oncology, sviluppato con il Memorial Sloan Kettering (MSK), uno dei centri oncologici leader al mondo. Il sistema innovativo aiuterà i medici del Bumrungrad a pianificare i trattamenti più efficaci per i pazienti oncologici sulla base di ciascun profilo individuale, delle prove mediche, delle ricerche pubblicate e della vasta competenza clinica dell’MSK. Watson analizzerà enormi quantità di queste informazioni e presenterà una sintesi dei risultati attinenti a ciascun caso clinico, incluse le opzioni di trattamento basate sulle linee guida del National Comprehensive Cancer Network (NCCN). Con sede a Bangkok, il Bumbrungrad è il più grande ospedale privato nel Sud-Est Asiatico e uno dei centri medici più famosi al mondo. Quasi metà dei suoi pazienti (1,1 milioni l’anno) proviene da 190 Paesi.

· CaixaBank (Spagna) - CaixaBank e IBM si alleano per sviluppare un sistema cognitivo basato su Watson in lingua spagnola. Con l’obiettivo di fornire il migliore customer service, CaixaBank è pioniera nel settore bancario, ad esempio con la prima implementazione al mondo di PC IBM nelle filiali, la creazione del primo bancomat “contactless” al mondo e il primo app store per applicazioni finanziarie. Questo annuncio è un’altra tappa importante per CaixaBank, la prima organizzazione a lavorare con IBM per insegnare lo spagnolo a Watson. Questo accordo è stato sviluppato nel quadro di una collaborazione tra il Digital Innovation Center di CaixaBank e IBM.

· Deakin University (Australia) – Per prima, la Deakin University sfrutterà la potenza di Watson per creare un consulente online per l’interazione con gli studenti. L’applicazione fornirà ai 50.000 studenti dell’università accesso online istantaneo tramite il web e i dispositivi mobili, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Inoltre, il consulente assisterà anche i futuri iscritti e il personale a contatto con gli studenti per qualunque questione, dalle domande più semplici a risposte personalizzate “su misura”. Nei prossimi mesi, Watson analizzerà migliaia di pagine di dati non strutturati dell’ateneo, contenuti in documenti, presentazioni, brochure e online, per garantire che gli utenti ricevano risposte coerenti e di alta qualità alle loro domande. Le domande ricevute copriranno un’ampia gamma di argomenti, come ad esempio: “Che cosa mi serve per l’iscrizione?” “Quali attività sociali posso svolgere alla Deakin?” “Dove si trova il dipartimento di biologia?” “Quali sono i requisiti informatici per il mio corso?” Col tempo, gli studenti che porranno una domanda a Watson potranno attendersi informazioni su misura, consulenza personalizzata e risposte basate sul loro profilo individuale. 

· Metropolitan Health (Sudafrica) – Nella prima applicazione commerciale di Watson nel continente africano, Metropolitan Health utilizza Watson per trasformare i servizi di consulenza sanitaria per i suoi tre milioni di clienti. Metropolitan Health fornirà servizi personalizzati per la salute e il benessere, basati sugli esiti, ai cittadini in tutto il Sudafrica. Grazie al Watson Engagement Advisor di IBM, la tecnologia di cognitive computing aiuterà gli addetti all’assistenza clienti di Metropolitan Health ad analizzare i grandi volumi di dati complessi strutturati e non, tra cui informazioni sui prodotti e profili degli associati, in modo da identificare relazioni tra le esigenze dei clienti e il crescente volume di conoscenza sulla salute e sugli stili di vita. Watson aiuta tali addetti a valutare le varie opzioni a disposizione degli associati, permettendo un processo decisionale più efficace e generando risultati sanitari migliori.

Partner e start-up presentano per la prima volta app alimentate da Watson

Con questo annuncio, i partner dell’ecosistema IBM presentano nuove app basate su Watson, volte a trasformare il modo in cui le imprese interagiscono tra loro e con i consumatori – da una migliore gestione della salute e arricchimento della customer experience, al supporto di nuove ricerche e formazione.

Ad esempio, l’imprenditore Terry Jones fondatore di Travelocity e presidente fondatore di Kayak.com lancia WayBlazer, una nuova società di viaggi supportata da Watson. WayBlazer sfrutta le capacità cognitive di Watson per interagire, apprendere e consigliare gli utenti, attraverso un’interfaccia visiva e il linguaggio naturale, per creare la migliore esperienza di viaggio. L’Austin Convention & Visitors Bureau utilizza un prototipo della nuova app WayBlazer per migliorare le prenotazioni dei congressi, aumentare le prenotazioni alberghiere e fornire flussi di ricavi supplementari dalle opportunità di marketing dei partner e degli affiliati.

Watson trasforma l’assistenza sanitaria, le organizzazioni non-profit, il retail e le cure veterinarie

- Red Ant (Londra, Regno Unito) offre un’app mobile per la formazione alle vendite al dettaglio, che consente ai dipendenti dei negozi di individuare facilmente le preferenze d’acquisto dei singoli clienti, analizzando i dati demografici, la cronologia degli acquisti e la lista dei desideri, oltre alle informazioni sui prodotti, ai prezzi locali, alle recensioni dei clienti e alle specifiche tecniche. Utilizza input di voce o testo per consentire un’interazione naturale di domande e risposte sulla base del patrimonio di informazioni disponibile all’interno di un’azienda del retail, tra cui informazioni sui prodotti, libri, manuali, recensioni dei clienti e altro.

- Reflexis (Dedham, Massachusetts) acquisisce informazioni da Watson e fornisce avvisi e task prioritizzati in tempo reale, con azioni ispirate alle best practice, ai responsabili aziendali, regionali e di negozio, sulla base di eventi locali, social media e altri elementi che influiscono sulla domanda, per fornire la migliore customer experience possibile.

- Sellpoints (Emeryville, California) comprende le relazioni tra domande dei consumatori e prodotti. Ad esempio, quando un acquirente cerca un prodotto utilizzando il linguaggio naturale, l’app Natural Selection di Sellpoints produce risultati classificati in base alla rilevanza per quel particolare individuo.

- Findability Sciences (Waltham, Massachusetts) cambia il modo di fare il “bene” portando un’app Watson al settore non-profit, per consentire a finanziatori e donatori di porre domande utilizzando il linguaggio naturale e di ricevere risposte immediate. Ciò consente ai finanziatori di prendere decisioni più intelligenti sugli investimenti e di lavorare al meglio per massimizzare gli investimenti esistenti affinché producano il maggiore impatto.

- LifeLearn (Guelph, Canada) aiuta i veterinari a fornire cure migliori agli animali domestici, dotando i medici della sua app mobile che effettua il crowdsourcing dei dati, utilizzando semplici domande e risposte per individuare opzioni terapeutiche migliori.

- GenieMD (Pleasanton, California) è una piattaforma mobile che permette ai pazienti di porre domande in merito a condizioni di salute e terapie farmacologiche, utilizzando il linguaggio naturale nella conversazione. Watson comprende ed è in grado di apprendere dalle domande e dalle risposte e fornisce fonti di informazioni sanitarie ai pazienti.

- Welltok (Denver, Colorado) ha creato l’app CaféWell Concierge, che elabora enormi volumi di dati e contenuti sanitari per dialogare con i consumatori e fornire consulenza personalizzata e dinamica per una salute ottimale.

- @Point of Care (Livingston, New Jersey) è un’app mobile rivolta i medici, che sfrutta con successo la tecnologia di cognitive computing di Watson per comprendere le domande poste col linguaggio naturale e trovare le informazioni cliniche pertinenti all’interno di librerie di risorse, rapidamente e con un elevato grado di accuratezza.

- SparkCognition (Austin, Texas), la prima società di sicurezza cognitiva, utilizza Watson per assisterli nel pensare come un esperto della sicurezza, in modo da scoprire potenziali minacce non ancora esistenti, interrogando i Big Data di un’organizzazione.

- CHIPS Technology Group (Syosset, New York) sviluppa una soluzione alimentata da Watson in grado di elaborare un’ampia raccolta di risorse IT disparate, quali articoli, libri bianchi e manuali, per acquisire informazioni e fornire la giusta risposta di supporto tecnico agli utenti finali al primo tentativo.

Per saperne di più sulle storie di questi partner, consultate questo link.

Inaugurata la sede centrale globale di IBM Watson nella Silicon Alley

IBM annuncia inoltre l’apertura del quartier generale del Watson Group al 51 Astor Place, nella Silicon Alley di New York. Questo servirà da base per oltre 600 dipendenti, che rappresentano solo una parte degli oltre 2.000 collaboratori IBM dedicati a Watson a livello mondiale. Oltre a una notevole presenza di personale, IBM apre le sue porte agli sviluppatori e agli imprenditori, ospita workshop di settore, seminari e opportunità di networking pensate per stimolare l’entusiasmo e la consapevolezza nella community delle start-up newyorkesi.

Per imprenditori e start-up, la sede del Watson Group nella Silicon Alley fornirà tecnologia, tool e competenze per creare e lanciare nuovi prodotti e imprese basate sull’intelligenza cognitiva di Watson, fornita via cloud. IBM guiderà la sua innovazione nel cognitive computing collaborando inoltre con i cinque nuovi Watson Client Experience Center in tutto il mondo.

Un laboratorio interattivo di client experience sarà il luogo in cui i clienti di IBM potranno sperimentare Watson e capire come questa tecnologia può aiutarli a trasformare le loro imprese. Inoltre, la sede ospiterà un laboratorio di progettazione per migliorare costantemente la user experience per le applicazioni e i servizi di cognitive computing utilizzati da clienti e partner IBM. Workshop e seminari, su argomenti quali competenze di sviluppo e opportunità di networking, consentiranno alla community di sperimentare di prima mano come portare innovazioni sul mercato. Questi eventi rafforzeranno inoltre le partnership accademiche di IBM per preparare gli studenti universitari a una carriera nel cognitive computing, nei Big Data e nell’analytics. Ciò comprende sfide tecniche e aziendali ispirate a Watson, nuovi programmi di studio, sussidi per i docenti e stage.

Il settore della tecnologia di New York continua ad aggiungere posti di lavoro con grande rapidità, generando quattro volte più occupazione rispetto a qualsiasi altro settore nel periodo 2009-2013. IBM si impegna a rafforzare questo slancio, alleandosi con college e università locali al fine di dotare gli studenti delle competenze necessarie per farsi strada nel mercato del cognitive computing. Quest’autunno gli studenti della New York University sono tra i primi a livello nazionale ad avvalersi di un corso di studi sul cognitive computing, mentre gli studenti della City University of New York (CUNY) partecipano a una Watson Case Competition, della durata di un semestre, per sviluppare nuove applicazioni basate sulla tecnologia di Watson.

Man mano che i clienti adottano Watson a livello globale, diventa critica la necessità di avere competenze focalizzate sul cognitive computing, per soddisfare le esigenze dei clienti e partner locali. IBM annuncia l’apertura dei primi cinque Watson Client Experience Center, ospitati nella stessa sede dei team di IBM Research and Design, per fornire il supporto e le competenze necessari per la piena adozione della piattaforma cognitiva di Watson. I nuovi centri iniziali saranno situati a Dublino, Londra, Melbourne, San Paolo e Singapore.


IBM Watson: pioniere di una nuova era del calcolo

IBM Watson rappresenta una nuova era del calcolo, in cui app e sistemi interagiscono con gli utenti in modo più naturale, aumentano la nostra conoscenza con le informazioni tratte dai Big Data e migliorano, con l’apprendimento, il modo di assisterci.  

Alimentato dall’innovazione, con l’obiettivo di trasformare i settori d’industria e le professioni, Watson gode di una posizione unica e di avanguardia nella nuova era del computing, evidenziata da una capacità senza paragoni di come i sistemi cognitivi possano trasformare il processo decisionale. IBM sta offrendo ai propri clienti una vasta gamma di prodotti e servizi basati su cloud, in svariati settori (bancario, sanitario, delle assicurazioni, della vendita al dettaglio e dell’istruzione).

A gennaio 2014, IBM ha lanciato l’IBM Watson Group, una nuova business unit dedicata allo sviluppo e alla commercializzazione di servizi di consulenza in ambito di cognitive computing forniti via cloud. L’iniziativa rappresenta un cambiamento strategico da parte di IBM, volto a fornire una nuova classe di software, servizi e app in grado di pensare, migliorare imparando ed estrarre informazioni preziose da enormi quantità di Big data.

IBM investe 1 miliardo di dollari nel Watson Group, focalizzandosi su ricerca e sviluppo e portando sul mercato applicazioni e servizi di cognitive computing forniti via cloud. Ciò comprende 100 milioni di dollari stanziati per investimenti di venture capital a sostegno dell’ecosistema IBM di start-up e imprese che realizzano app cognitive basate su Watson.

Per maggiori informazioni su IBM Watson, visitate: www.ibmwatson.com

Per partecipare alla discussione sociale su Watson, inserire l’hashtag #ibmwatson. Seguite Watson su Facebook e guardate Watson su YouTube e Flickr.


Consultate la cartella stampa di IBM Watson su:

http://www-03.ibm.com/press/us/en/presskit/27297.wss

Ufficio Stampa IBM

Paola Piacentini

paola_piacentini@it.ibm.com
+39 02 59624114   +39 335 1270646

 

Ketchum per IBM

Eros Bianchi

eros.bianchi@ketchum.com

 

tel. 02 62411911

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl