"1 day out": tutte le facce dell'outsourcing

Allegati

19/feb/2007 12.49.00 Sangalli M&C Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Martedì 13Febbraio si è tenuto a Milano il primo “1day out”, l’evento dedicato all’outsourcing inambito ICT

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il termine outsourcing, nonostante si presti a moltevarianti e declinazioni a seconda degli ambiti, indica generalmente la sceltadi un’impresa di esternalizzare operazioni e servizi che non rientranonel suo “core business”. Tale pratica permette alle aziende diconcentrarsi sulle proprie competenze e sul proprio business, ne aumenta laflessibilità operativa e strategica, e garantisce una maggiore specializzazionenello svolgimento di certe attività.

 

Ed è proprio grazie a tali vantaggicompetitivi che sempre più aziende decidono di affidare a un partnerspecializzato alcune attività collaterali; è stato rilevato infatti che iservizi in outsourcing crescono in media del 7,3%. Il settore più maturo inquesto caso è l’outsourcing in ambito IT, che cresce ogni anno del 5,1% (periodo 2004-2009, fonte Gartner 2006).

 

Analizzando invece in dettaglio imotivi che spingono un’azienda a delegare all’esterno alcune delleproprie attività, la riduzione e la possibilità di rendere variabili alcunicosti è il fattore principale (43%), seguito dalla focalizzazione sul propriocore business (35%), dall’accesso a risorse specializzate (32%) edall’incremento degli utili (27%). (Rispostemultiple, fonte CXO Media).

 

Accanto all'outsourcing, unafondamentale fonte di produttività aziendale è la mobilità, garantita dallereti e i servizi wireless: l'84% delle aziende ritiene che le soluzioni di"mobile computing" siano in grado di aumentare la produttività deipropri dipendenti (ricerca dell'EconomistIntelligence Unit in collaborazione con Nortel).

 

Tutte le diverse destinazioni d'usodi una rete wireless (WLAN, VoIP, videosorveglianza e reti pubbliche)permettono di comunicare a costi inferiori e con maggiore efficienza: unaricerca commissionata a Gartner da Microsoft, afferma che, disponendo di unaWLAN, i dipendenti mobili possono guadagnare dalle 8 alle 12 ore di produttivitàalla settimana.

 

Partendo da questi presuppostialcune aziende specializzate in soluzioni di outsourcing di servizi etecnologie si sono incontrate al primo incontro “1 day out”, tenutosi a Milano il 13 febbraiopresso l’ATA Hotel di via Murat 17 e moderato da Daniele Pittèri,Docente di “Marketing e Nuovi Media”presso l’Università Federico II di Napoli. PhonEtica, Faber System,Cellsat e Movytel hanno illustrato e discusso insiemealcuni aspetti dell’outsourcing: i vantaggi e le difficoltà incontratenella gestione quotidiana dei progetti, le attuali possibilità offerte dalmercato e la propria offerta nei rispettivi ambiti di competenza.

 

In allegato troverà il comunicatostampa relativo all’evento con un breve estratto degli interventi deirelatori, per ricevere maggiori informazioni o ulteriore materiale informativosiamo a sua disposizione.

 

Cordiali saluti.

 

 

Francesco Corona
fcorona@sangallimc.it

 

Sangalli M&C srl
Via Raffaello Sanzio 22
20149 Milano
tel +39-0248012139 fax +39-0248012474
www.sangallimc.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl