IBM mette a disposizione l’analytics open source in streaming per i dispositivi Internet of Things

IBM mette a disposizione l'analytics open source in streaming per i dispositivi Internet of Things.

Persone Eros Bianchi, Morgana Stell, Nigel Hook
Luoghi Milano, Germania, Monaco
Organizzazioni Apache Software Foundation, NYSE, IBM
Argomenti marina, informatica, internet, meccanica

15/mar/2016 12.32.34 Ketchum Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Questa nuova tecnologia permette a qualsiasi dispositivo di sfruttare funzionalità di analytics in streaming

Milano, 15 marzo 2016 - IBM (NYSE: IBM) ha annunciato Quarks, una rivoluzionaria tecnologia a disposizione della comunità open source, che incorpora analytics in streaming su dispositivi Internet of Things (IoT). La possibilità di analizzare i dati in ingresso con continuità consente alle aziende di acquisire più velocemente informazioni utili e di ridurre i costi delle comunicazioni di rete. IBM ha presentato una proposta all’Apache Software Foundation per richiedere l’incubazione di Quarks.

IDC stima che la base installata complessiva mondiale di endpoint IoT crescerà ad un tasso del 21,4% da qui al 2019, raggiungendo i 25,6 miliardi di endpoint, con la previsione di arrivare a circa 30 miliardi di connessioni nel 20201. Questi dispositivi saranno dotati di funzionalità di rilevamento digitale, di calcolo e di comunicazione, permetteranno agli oggetti di avere una voce digitale e avranno la capacità di creare e distribuire nuovi flussi di dati.

 

Sviluppatori e data scientist possono utilizzare il codice open source in Quarks per creare nuove applicazioni in grado di gestire enormi quantità di dati IoT in streaming, provenienti da sensori, contatori intelligenti, dispositivi di comunicazione mobile e dispositivi connessi anche con altre modalità. Le aziende di diversi settori, dall’automotive al sanitario, alle telecomunicazioni e al manifatturiero, possono ridurre i costi di comunicazione e diminuire il tempo necessario per ricavare informazioni utili dai dati, grazie alla capacità di Quarks di fornire strumenti di analisi in tempo reale, di dare impulso all’intelligenza delle applicazioni e di far progredire i sistemi cognitivi.

 

“Considerando che le aziende hanno bisogno di soluzioni di analytics più efficienti in funzione della varietà di dispositivi connessi che utilizzano, Quarks è una soluzione di analytics in streaming per IoT con un potenziale enorme. La sua capacità di integrarsi con un ricco ecosistema di sorgenti di dati consente agli utenti di ottenere un maggior numero di informazioni utili partendo da una quantità ancora più elevata di dati, ma con minore fatica,” secondo Nagui Halim, IBM Fellow e Direttore di IBM Streams. “Grazie al contributo di Quarks alla comunità open source, l’innovazione sarà più rapida e permetterà alle aziende di passare più velocemente dai dati grezzi ad azioni guidate dagli insight”.

 

SilverHook Powerboats, costruttore di alcune delle più veloci imbarcazioni monoscafo al mondo, desiderava utilizzare i dati provenienti dai sensori dei motoscafi da competizione per rendere più efficace il processo decisionale e la sicurezza dei piloti, nonché per rendere più accattivante l'esperienza degli appassionati. Nelle gare di motonautica, i piloti fanno affidamento sui dati di telemetria delle loro imbarcazioni per decidere la strategia e prendere decisioni sulla sicurezza. Tuttavia le alte velocità e i ripetuti urti contro l'acqua di mare mettono a dura prova strumentazione e piloti. Per mitigare questi rischi, i dati raccolti nel monitoraggio alimentano i motori di analytics, che inviano avvisi in tempo reale, come ad esempio problemi di prestazioni del motore, potenziale esaurimento della batteria o persino dati biometrici (come ad esempio la stanchezza del pilota).

 

I sensori sui motoscafi da competizione SilverHook forniscono dati da oltre 80 sorgenti, effettuano misurazioni 100 volte al secondo e quindi trasmettono i dati al computer di bordo cinque volte al secondo per i team on-shore. Tuttavia non c'era modo di raccogliere i dati, scremarli e fornire insight in formato utile. Grazie alla collaborazione con IBM e Dataskill, i motoscafi SilverHook hanno adottato una soluzione in grado di fornire dati in streaming ad un sistema di analytics basato su cloud. I piloti possono ora avere accesso alle informazioni in tempo reale, mentre corrono, e questo li aiuta ad effettuare regolazioni delle apparecchiature di bordo durante la gara. La ricca interfaccia visiva può anche permettere agli appassionati di visualizzare le posizioni dell’imbarcazione, la velocità e le classifiche in tempo reale.

 

“Quarks rappresenta una naturale estensione del nostro progetto di analytics in streaming. Quarks può essere implementato sulle nostre imbarcazioni per eseguire analisi direttamente a bordo. Il risultato è avere a disposizione informazioni utilizzabili in modo più veloce, che in ultima analisi possono aiutarci a vincere la gara,” ha dichiarato Nigel Hook, co-fondatore e CEO di SilverHook Powerboats. “Un altro vantaggio è quello di eliminare la dipendenza dalle reti di comunicazione, che possono rivelarsi inaffidabili quando si corre sull’acqua. Quarks offre funzionalità di analisi in ingresso, per cui possiamo adottare un modello comune di analytics in streaming su tutte le nostre barche e sulla nostra piattaforma applicativa centrale di streaming.”

 

Quarks è stato pensato per la comunità open source sulla base dell’elevata scalabilità e adattabilità dinamica di IBM Streams. Molti clienti oggi utilizzano IBM Streams come strumento economicamente efficiente per visualizzare i dati, contribuire a espandere l’utilizzo di funzioni di analytics sui dati verso una base molto più ampia di utenti, nonché contribuire a realizzare nuovi prodotti e servizi.

 

IBM, leader affermato nell’IoT con oltre 4.000 progetti presso clienti di 170 paesi diversi, 1.400 partner nel proprio ecosistema in continua crescita e più di 750 brevetti dell'Internet delle Cose, sta espandendo la potenza del proprio cognitive computing ai miliardi di dispositivi, sensori e sistemi connessi che compongono l’IoT. Nel 2015, IBM ha annunciato un investimento di 3 miliardi di dollari nell’Internet delle Cose e ha inaugurato una nuova sede globale di IBM Watson IoT a Monaco di Baviera, in Germania.

 

Per ulteriori informazioni su IBM Watson IoT, visitate il sito www.ibm.com/iot o seguite @IBMIoT su Twitter.

Per ulteriori informazioni su Quarks, http://wiki.apache.org/incubator/QuarksProposal.

Per ulteriori informazioni su IBM Analytics, http://www.ibm.com/analytics.

 

Note:

1 IDC, Worldwide Internet of Things Forecast Update, 2015-2019, Documento n. US40983216, febbraio 2016.

 

Ufficio Stampa

Morgana Stell

morgana.stell@it.ibm.com

02 596 20963; 335 7693528

 

Ketchum per IBM

Eros Bianchi

eros.bianchi@ketchum.com

02 62411911

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl