Novartis si affida a everis Italia per l'implementazione di una tecnologia innovativa per la gestione dei saggi

Novartis si affida a everis Italia per l'implementazione di una tecnologia innovativa per la gestione dei saggi Unasoluzione innovativa per la gestione dei limiti sulla distribuzione dei saggi Conl'entrata in vigore dal 1° gennaio 2007 delle nuove direttive CEE sullaregolamentazione dei limiti sui saggi distribuiti ai medici da parte degliInformatori Scientifici del Farmaco (ISF), le aziende farmaceutiche si sonotrovate nella condizione di gestire questo aspetto con grande puntualità.

18/giu/2007 13.00.00 Pragmatika Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

 

 

Unasoluzione innovativa per la gestione dei limiti sulla distribuzione dei saggi

 

Conl’entrata in vigore dal 1° gennaio 2007 delle nuove direttive CEE sullaregolamentazione dei limiti sui saggi distribuiti ai medici da parte degliInformatori Scientifici del Farmaco (ISF), le aziende farmaceutiche si sonotrovate nella condizione di gestire questo aspetto con grande puntualità. NovartisFarma ha affrontato questa sfida implementando una soluzione innovativa per la digitalizzazionedei moduli, che abilita un controllo efficace sul rispetto dei limiti. Novartisha affidato ad everis Italia lefasi di implementazione e roll-out sul territorio.

 

Milano, 18 giugno 2007

 

Il D.Lgs. 30.12.92 n. 541,attuazione della direttiva 92/28/CEE, ha regolamentato la distribuzione dei campionigratuiti dei medicinali da parte degli Informatori Scientifici del Farmaco(ISF) e prevede che i campioni o saggi possano essere dispensati solo surichiesta scritta cartacea da parte del medico, recante data, timbro e firmadel destinatario. Sono inoltre stati introdotti limiti ben definiti suicampioni che gli ISF possono distribuire, che a partire dal 1° gennaio 2007sono stati ulteriormente ridotti.

 

Le imprese farmaceutiche sonoinoltre tenute a ritirare dagli ISF il “modulo saggi”, ovvero larichiesta medica di campioni. I moduli devono poi essere conservati perdiciotto mesi e devono comprovare che la consegna di campioni è avvenuta nelrispetto delle disposizioni del presente decreto.

 

La rapidità nel raccogliere erendere fruibile il dato relativo al numero di saggi consegnati è diventata,quindi, un aspetto fondamentale per consentire alle aziende farmaceutiche diavere la situazione sempre sotto controllo ed evitare di eccedere i limitiimposti dalla legge.

 

Novartis, una delle maggiori realtàdel settore, ha risposto a questa sfida puntando su una tecnologia innovativacon l’obiettivo di semplificare e velocizzare il processo diregistrazione e conservazione dei moduli in ottemperanza alle normative.

 

Su questi presupposti è statolanciato il progetto DP3 (Digital Pen Cube), che utilizza per la tecnologia Pen & Paper sviluppatadall’azienda svedese Anoto Group per la digitalizzazione dei moduli. Perla fase implementativa Novartis ha identificato everis Italia quale partner di riferimento. everis ha anche curato il roll-out dellasoluzione sulla rete di informatori e la successiva fase di supportoapplicativo.

 

Una penna digitale, che lavora sumoduli cartacei appositamente predisposti, consente all’ISF che si reca presso il medico di farcompilare al medico il modulo saggi come se stesse lavorando con carta e pennatradizionali. La penna, però, è in grado di memorizzare l’informazione relativaalla compilazione del modulo e di utilizzarla per la valorizzazione di unapposito database.

 

Al ritorno in ufficio o presso lapropria abitazione, l’informatore collega la penna digitale al proprio laptoptramite un connettore USB e il software provvede automaticamente a trasferire idati presenti dalla penna al laptop e, successivamente, sui server aziendalitramite una connessione VPN.

 

L’applicazione DP3 lato serverprocessa i dati ricevuti, quindi li archivia in formato elettronico. Il flussofisico dei moduli cartacei segue il normale iter di raccolta e archiviazionesecondo normativa di legge.

 

Novartis, grazie al progetto DP3, non solo ha eliminato ilproblema della digitalizzazione a posteriori dell’informazione raccoltasu modulo cartaceo, ma ha abilitato un processo di gestione dei limiti estremamenteefficace, poiché consente un drastico taglio dei tempi necessariall’azienda per disporre dei dati relativi ai saggi consegnati.

Questo evita che i limiti siano superati inconsapevolmente acausa del ritardo della disponibilità del dato stesso e contestualmentegarantisce visibilità sugli spazi residui di utilizzo del saggio laddove questisiano stati consegnati in quantità limitata rispetto al limite ammesso.

 

Tra i punti che hanno contribuito al successo del progetto,c’è l’estrema facilità d’uso della tecnologia che consenteall’ISF di continuare a lavorare su un modulo cartaceo. Questo aspetto haconsentito di ridurre al minimo le necessità di training e ha reso la soluzioneassai competitiva rispetto a strumenti più tradizionali di sales force automation quali palmari ePDA.

 

everis Italia, system integrator che opera a livellointernazionale, ha garantito il successo dell’implementazione dal puntodi vista tecnico e progettuale, facendo leva sulle competenze maturate non solonel settore farmaceutico ma mutuando conoscenze relative a realizzazioni inarea sales force automation nelsettore consumer. L’iniziativa in Novartis è stata condotta incollaborazione con Wel.Network e Digiwrite.

 

 

everis, inizia la propria attività a Madrid nel 1996 come DMR Consulting,parte del gruppo Fujitsu. Grazie alla capacità imprenditoriale e al valoreprofessionale dei suoi manager riesce in breve tempo a conquistare il mercatospagnolo per poi proseguire la propria ascesa in Italia, Portogallo, Messico,Cile, Argentina, Brasile e giungere a consolidare la propria presenza europea.A gennaio 2004, grazie ad un accordo con il Gruppo Fujitsu e all’appoggiofinanziario di Apax Partners e Financial Managers i partner acquisiscono laproprietà dell’azienda. everis opera in Italia attraverso le sedi di Milano e Roma; all’esterogli uffici sono a Madrid, Barcellona, Siviglia, Valencia, Lisbona, Santiago delCile, Buenos Aires, Messico, San Paolo, Rio de Janeiro e Bogotà, per un totaledi 4800 professionisti. Per ulteriori informazioni: www.everis.com

 

 

Ufficio Stampa everisItalia                                                        everis ItaliaS.p.A.

 

Pragmatika Srl

Rossella Lucangelo                                                                        DavideVallero

 

Tel 051/6242214                                                                            Tel.+39 02 76 23 231

 

ross@pragmatika.it                                                                        davide.vallero@everis.com

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl