Sito universitario parlante

Sito universitario parlante Nel 1927 Thomas Edison propose un sistema per aggiungere la voce al cinema, ma grandi personaggi come Charlie Chaplin, si schierarono contro l'uso della nuova tecnica.

31/ott/2007 20.10.00 Giuseppe Micali Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Nel 1927 Thomas Edison propose un sistema per aggiungere la voce al
cinema, ma grandi personaggi come Charlie Chaplin, si schierarono
contro l'uso della nuova tecnica.
Secondo la loro opinione, la specificità del cinema stava proprio nel
suo essere muto. Nonostante ciò, dal 1930 non vennero più realizzati
film muti.
La storia di internet inizia proprio come quella del cinema, le pagine
nascono mute.
L'Unità Operativa Complessa di Genetica e Immunologia Pediatrica
dell'Università di Messina, diretta dal professor Carmelo Salpietro,
inaugura il proprio sito, finalizzato a rendere un servizio ai piccoli
pazienti, con la certezza di portare un importante contributo al mondo
scientifico con un elemento rivoluzionario che innova internet aprendo
nuovi scenari.
La home page del sito inizia con un link ad una pagina dedicata ai non
vedenti che contiene dei pulsanti parlanti provvisti di
"accessKey" (utilizzabili tramite tastiera). Tale pagina è gestita dal
motore di ricerca parlante BrailleNet.it, anch'esso dedicato a chi non
vede.
La ragnatela mondiale rappresenta per chi è privo della vista, oltre
che un'ampia fonte di informazione, uno strumento formidabile di
arricchimento culturale.
Valersi della tecnologia utilizzando la voce, la più naturale e
importante forma di comunicazione umana, garantisce a tutti pari
opportunità di accesso e rappresenta un atto sociale per la
disabilità visiva.
L'audio genera nuove modalità di apprendimento e insegnamento e
trasforma la metodologia dell'informazione, anche giornalistica
(internet reporter), nel web.
Con la voce si innesta un meccanismo che cambia le tendenze
dell'informazione, della didattica multimediale e della ricerca; si
aprono molteplici possibilità di intraprendere nuovi stili di
apprendimento, nuovi percorsi e sperimentazioni.
Funzionalità e organizzazione generale
La voce non influisce in alcun modo sulle tempistiche di caricamento
della pagina web, anzi migliora e semplifica l'informazione rendendola
più completa e immediatamente fruibile; potrà essere utilizzata, oltre
che in internet, anche per presentazioni PowerPoint, su Excel e su Word.
Il sito è diviso in cinque aree:
1. area clinica;
2. area laboratoristica;
3. area culturale;
4. utility (predisposta per prenotazioni on-line);
5. area bambini (a fumetti con audiofavole e disegni da stampare e
colorare).
ww2.unime.it/geneticapediatrica
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl