UNA NUOVA RICERCA MCAFEE EVIDENZIA LA PERICOLOSITÀ DEL TYPOSQUATTING

19/nov/2007 15.30.00 Prima Pagina Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

UNA NUOVA RICERCA MCAFEE EVIDENZIA LA PERICOLOSITÀ

DEI SITI INTERNET CHE SFRUTTANO GLI ERRORI DI DIGITAZIONE

DEGLI INDIRIZZI WEB

 

Registrazioni dei domini discutibili da parte di terze partiprendono di mira a scopo di lucro l’ortografia dei nomi di dominio, siabusiness sia consumer

 

Milano 19 novembre 2007 –McAfee Inc. (NYSE: MFE) ha annunciato oggi i risultati di uno studio cheintende portare all’attenzione del pubblico una pratica pericolosa notacome typo-squatting. Il report, dal titolo “Cosa c'è in un nome: unapanoramica sul fenomeno del "typo-squatting" nel 2007,” riferiscedi come i typo-squatter registrano domini web utilizzando i più comuni erroridi battitura di marchi, prodotti e personaggi famosi per reindirizzare gliincauti visitatori verso differenti siti web. Questi siti abusivi riescono aottenere guadagni economici attraverso la pubblicità pay-per-click, truffanoutenti ignari raggirandoli e raccogliendo i loro indirizzi di posta elettronicaper sommergerli di spam.  Per quantificare la portata di questa ricerca, McAfeeha studiato 1,9 milioni di variazioni ortografiche di 2.771 siti Web tra i piùconosciuti e frequentati.

 

“Il typo-squatting è un segnale dellamentalità da selvaggio west che ancora domina in molte parti del Web,” haaffermato Jeff Green, senior vice president diMcAfee® Avert® Labs e del Product Development.“Perfino nel più positivo dei suoi effetti, questa pratica porta gliutenti su siti in cui non avevano mai pensato di andare e penalizza i legittimiproprietari deviando i visitatori altrove o facendo loro pagare per riacquisirei clienti perduti. Al peggio, il typo-squatting porta a truffe on-line, offerte‘per arricchirsi rapidamente’ e altri pericoli.”

 

Lo studio prende il via dalla mania perl'iPhone come esempio di attualità per il typo-squatting, segnalando come,anche se il nuovo telefonino della Apple è stato immesso sul mercato solo dapochi mesi, entro la fine dell’anno molto probabilmente ci saranno almeno8.000 URL contenenti il termine “iPhone”. Molti saranno siti dei fano siti di voci intorno al prodotto, mentre altri saranno gestiti da hacker etruffatori. Quello che li accomunerà è la loro estraneità con la Apple.

 

Lo studio “Cosa c'è in un nome: unapanoramica sul fenomeno del "typo-squatting" nel 2007,” quantificala significativa portata globale del problema e delle peculiarità delleprincipali categorie di siti web. Di seguito alcuni dei dati più significativi:

 

  • Un consumatore medio che sbaglia a scrivere l’indirizzo di un sito web conosciuto ha una probabilità su 14 di finire su un sito abusive di typo-squatter
  • I siti per bambini sono particolarmente bersagliati: oltre 60 dei siti più abusati si rivolgono a un pubblico di età pari o inferiore ai 18 anni, con squatter che si rivolgono a domini come webkinz.com, clubpenquin.com e neopets.com
  • Alcuni typo-squatter sfruttano gli errori di battitura per esporre i bambini a contenuti pornografici. Infatti, il 2,4%, o più dei 46.000 testati, contiene alcuni contenuti per adulti, e alcuni di questi siti sono occupanti abusivi di proprietà di bambini.
  • Le cinque categorie più colpite sono:
    • Siti di videogiochi (14% di probabilità di essere colpiti) come ad esempio miniclip.com, runescape.com e minijuegos.com
    • Siti delle compagnie aeree (11.4%) come ad esempio ryanair.com, united.com e lufthansa.com
    • Siti dei media tradizionali (10.8%) come vh1.com, globo.com e qvc.com
    • Siti di incontri (10.2%) come plentyoffish.com, true.com e singlesnet.com
    • Siti dedicati alla tecnologia e al Web 2.0 (9.6%)

 

  • I servizi di pubblicità contestuale automatica consentono a molti siti abusivi di generare introiti; infatti la pubblicità contestuale di un motore di ricerca appare attivata sul 19,3% dei siti sospettati di typo-squatting oggetto del presente studio
  • I cinque Paesi al di fuori degli Stati Uniti più esposti a questa forma di abuso sono: Regno Unito (7.7%), Portogallo (6.5%), Spagna (5.9%), Francia (5.4%), e Italia (4.1%)
  • I cinque Paesi al di fuori degli Stati Uniti meno esposti: Paesi Bassi (1.5%), Israele (1.1%), Danimarca (1.0%), Brasile (0.9%) e Finlandia (0.1%)

 

Lo studio segnala che il typo-squatting nonè un fenomeno nuovo — i casi di cyber-squatting depositati al giudiziodel World Intellectual Property Organization sono aumentati del 20% nel 2005 edi un altro 25% nel 2006— ed è in crescita. L’emergere di nuovi dominidi primo livello, di strumenti di registrazione automatici, e la proliferazionedi siti di parcheggio di domini che rendono più semplice la generazione diintroiti tramite pay-per-click da siti abusati, sono tutti fattori checontribuiscono a questa crescita.

 

Fare qualcosa contro ilTypo-Squatting

Per aiutare i consumatori ad evitare i siti “typo-squatted”, McAfee SiteAdvisor™, lo strumento di protezione avanzata e di avvisoper la ricerca sicura su internet, assegna una valutazione di livello“giallo” (o “attenzione”) a qualsiasi sito che rispondeai criteri di questo tipo di abuso. Nel caso in cui un sito rappresenti per gliutenti un pericolo maggiore, McAfee assegna un’etichetta rossa (“avvertimento”).Per i siti la cui pericolosità conclamata è documentata da casi di exploit oattacchi di phishing, McAfee SiteAdvisor reindirizza l’utente versoluoghi più sicuri nel web.  E’ possibile scaricare McAfee SiteAdvisor gratuitamenteall’indirizzo http://us.mcafee.com.

 

Lo studio inoltre segnala che molti motoridi ricerca come Yahoo e Google offrono oggidi default suggerimenti alternativi ai più comuni errori di battitura, riducendola probabilità di cadere in un sito di typo-squatting accidentalmente. Inoltre,l’indagine include anche informazioni  su aziende e organizzazioni chehanno fatto fronte comune nella battaglia controil typo-squatting tra cui Microsoft che offre un tool gratuito che consenteagli interessati di trovare e analizzare gli squatter.

 

La versione integrale del report è scaricabiledai seguenti indirizzi:

 http://www.mcafee.com/typosquatters  

 

A proposito di McAfee, Inc.

Con sede principale aSanta Clara, California, McAfee Inc., la principale azienda focalizzata sulletecnologie di sicurezza, offre prodotti e servizi di sicurezza riconosciuti eproattivi che proteggono sistemi e reti in tutto il mondo. McAfee mette a disposizionela propria approfondita competenza, impegno e innovazione di utenti consumer,aziende, pubblica amministrazione e service provider per aiutarli a bloccaregli attacchi, evitare interruzioni delle attività e tracciare e migliorarecostantemente la loro sicurezza. Ulteriori informazioni sono disponibili suInternet all’indirizzo: www.mcafee.com

####

 

Per Informazioni:
UfficioStampa                                           Benedetta Campana
McAfee, Inc.                                       Prima Pagina Comunicazione
Tel:02/55.41.71                                         Tel: 02/76.11.83.01
Fax:02/55.41.79.00                                      Fax: 02/76.11.83.04
                                                        e-mail: benedetta@primapagina.it

 

## #

 

McAfee, SiteAdvisor,  and/orother noted McAfee related products contained herein are registered trademarksor trademarks of McAfee, Inc., and/or its affiliates in the US and/or othercountries. McAfee Red in connectionwith security is distinctive of McAfee brand products.  Any other non-McAfeerelated products, registered and/or unregistered trademarks contained herein isonly by reference and are the sole property of their respective owners. ©2007 McAfee, Inc. All rights reserved.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl