McAfee S. P. A. M. Experiment - 1° settimana

10/apr/2008 12.30.00 Prima Pagina Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

mcafee_logo_A_regular_rgb.jpg

McAfeeS. P. A. M. Experiment – 1° settimana

 

News Alert - Milano, 10 aprile 2008 E’ trascorsa una settimana da quando 50 volontari intutto il mondo hanno detto “sì” al McAfee S. P.A. M. Experiment ehanno passato gli ultimi sette giorni ricevendo email non desiderate.

 

Nella sola prima settimana i partecipanti hanno ricevuto untotale di 2.458 email di spam. In Italia,i nostri 5 volontari finora ne hanno contate 595 e, per il momento, ciposizioniamo in cima alla classifica. Non solo, abbiamo anche il primato dellospam più veloce! La nostra Gabriella ha ricevuto la prima e-mail di spam ilgiorno 1, mentre Marica, studentessa, ha attirato il più alto volume di spam,con 495 email non desiderate in questa prima settimana.

 

Ombretta Comi, Marketing Manager perl’Italia di McAfee, ha dichiarato: “Quandoabbiamo avuto l'idea di questo esperimento ci aspettavamo che ai nostripartecipanti arrivassero enormi quantità di spam, ma il volume e la varietà chestiamo vedendo in tutto il mondo, così come la velocità con cui i nostripartecipanti si stanno muovendo, hanno superato le più rosee aspettative."

 

“Anche le differenze tra i dati che abbiamo raccoltosull’ammontare dello spam nei vari Paesi ci hanno sorpreso –Italia, Messico Regno Unito hanno già raccolto un numero impressionante diposta spazzatura, mentre Francia e Spagna ne hanno visto meno di 30 messagginella settimana trascorsa.”

 

Finora, i partecipanti hanno ricevuto email non desiderateche vanno dal sublime al ridicolo; dalle vincite alla lotteria a offertespeciali per l’irrigazione dei campi. I messaggi email vengono raccoltidagli esperti di McAfee Avert Labs, che li stanno analizzando per determinarese si tratta di email malevole e in qualche modo collegabili con il cybercrime,o di un mero fastidio.

 

Di seguito alcuni stralci dai diari online, consultabilipresso www.mcafeespamexperiment.com/it/:

 

Giuseppe 1 – giorno 3 - E’arrivato il primo phishing… e io l’ho “pescato”

(…) La cosa più eccitante però èstato il primo email di phishing… wow non me l’aspettavo cosìpresto! Beh devo dire che l’adrenalina è andata a mille! E’ statocome quando da bambino mettevo le mani nel barattolo della marmellata….Cliccare sul link sapendo che normalmente NON L’AVREI MAI FATTO perché soche è pericoloso per l’opportunità di subire un furto di identità!!!(…) L’email diceva che il mio account era stato bloccato e che perpoter effettuare future attività bancarie online, avrei dovuto reinserire imiei dati (classicissimo). Il link rimandava ad un sito che sicuramente non eradella banca dove mi sono state chiesti molti dati personali, dalla data dinascita alla mia password dell’indirizzo email…. una voltaeffettuato il click per terminare un messaggio mi ha ringraziato dei datiimmessi e mi ha rimandato alla VERA pagina della banca. Sono rimastoimpressionato e un po’ spaventato, questa volta concretamente, di comepossa essere rapido, semplice e difficilmente tracciabile un tale atto.

 

Giuseppe 2 - giorno 5

Sembra proprio che per gli spammer lasettimana corta non esista. Sono infatti sempre all’opera, tanto è veroche l’ultimo aggiornamento della casella di posta è quota 445.

In generale, si nota un certo assestamentoper quanto riguarda le tipologie dei messaggi. Dei circa cento quotidiani, dueterzi ripeteranno non più di una decina di offerte scarse. In particolare, lesolite vincite di iPod, Wii, notebook, ecc, apertura di linee di credito,proposte di diplomi di laurea, una crema per far sparire dal mio viso glievidenti segni dell’età, offerte di case a condizioni irripetibili e varisistemi per perdere peso (e io che mi ero illuso di essere in forma). Tra lealtre, un buono di 500$ per PizzaHut (ma valevole solo negli USA, accidenti.Chissà se la consegna a domicilio è compresa nel prezzo), un misterioso sistemaper diventare ricco attraverso una sorta di affiliazione tanto vantaggiosaquanto poco chiara (non ci ho capito granché, ma le foto di questo AndrewCarnegie che sostiene di essere l’inventore suggeriscono di girare allargo), e un prodotto rivoluzionarlo. Ma questo non lo voglio svelare subito,perchè mi piacerebbe provare ad acquistarlo…

 

Ingrid – giorno 7

Il giro sui siti di turismo fatto nei ggscorsi e’ invece valso un po’ di buono spam che mi propone viaggipremio alle Bahamas! Ed in crociera per giunta! che fa sempre piacere! Paghereisolo le tasse portuali…peccato, se era gratis del tutto accettavo, macosi’…come potrei??!!! Si tratta di spam in inglese. Probabilmenteho creato un profilo un po’ snob e quindi oltre alla crociera mipropongono anche - in alte mail di spam - l’iscrizione adun golf-club con annessa presentazione di nuovi brand di mazze….eccoche pero’ si torna alla dura realta’ con un’ennesima mail dispam che mi propone un finanziamento a condizioni strepitose….hehehe! perpagare tutto il resto ci voleva proprio!!

 

Dalla seconda settimana in poi un volontario in ogni Nazioneproverà anche ad acquistare uno dei prodotti che gli vengono proposti tramitelo spam! Per aggiornamenti su questo e altri sviluppi: www.mcafeespamexperiment.com.

 

Nazione

Numero di email di spam ricevute le prima settimana

Italy

595

Mexico

478

UK

440

Australia

331

US

261

Netherlands

178

Brazil

74

Germany

66

France

29

Spain

6

 

L’esperimento si concluderà il 1°maggio 2008.

 

Spaccato per Nazione

 

Italia

Gabriella – 36

Giuseppe Gi - 15
Giuseppe Go – 47

Ingrid – 2

Marica – 495

 

Germania

Andreas – 4

Dominik - 49
Philipp – 1

Stefanie – 12

Agnieszka

 

Francia
Christophe – 29

Matthieu

Gilles

Elizabeth

Steven

Regno Unito

Danielle - 113
Ian - 52
Vic – 275

Lesley Finlayson

Simon Nichols

Brasile
Darci - 22
Geraldo – 52

José

Renato

Rodrigo

 

Australia

Mark John (john@thspex.com) – 238

Marika - 7
Taylor – 86

Jason Poon

Sue Chadwick

 

Spagna
Jorge – 2

Jose Luis – 3

Rosalia – 1

Francisco

 

Stati Uniti
Karen – 2

Tracy - 237
William - 22   

Katya

Evan

 

Messiico
Lorena – 147

Rodrigo – 154

Sergio – 136

Daniel – 41

Joaquin

 

Paesi Bassi
Marion – 52

Mark.M – 126

Kiki

Dennis

Sjoerd

Vi informiamo che i Vostri dati personali vengono trattati inrispetto del Codice in materia dei dati personali e ne viene garantita lasicurezza e la riservatezza.
Per i nostri trattamenti ci avvaliamo di responsabili edincaricati il cui elenco è costantemente aggiornato e può essere richiestorivolgendosi direttamente alla Società titolare al numero di telefono 02 76118301. In qualsiasimomento potrete fare richiesta scritta alla Società titolare per esercitare idiritti di cui all¹art. 7 del D.lgs 196/2003 (accesso correzione,cancellazione, opposizione al trattamento, ecc.).

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl