Comunicato Stampa Kaspersky Lab: "Minacce informatiche nel primo semestre 2008"

01/ott/2008 11.56.18 Sangalli M&C Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Gentile giornalista,

 

Kaspersky Lab, azienda specializzata in soluzioni per la sicurezza informatica, annuncia la pubblicazione del suo rapporto semestrale sulle “Minacce informatiche nel primo semestre 2008. Il testo illustra i cambiamenti più significativi registrati nei primi sei mesi dell’anno nel settore della sicurezza IT, con previsioni sullo sviluppo della situazione sulla base dei dati a disposizione.

 

La prima parte è dedicata al malware: gli analisti di Kaspersky Lab sottolineano come i virus writer non si affannino nell’elaborazione di diverse tecnologie che interagiscono tra loro, preferendo invece singoli programmi in grado di compiere diverse azioni. Si registra un importante incremento dei programmi Trojan finalizzati al furto di password di giochi on-line.

Per quanto riguarda i virus per il mondo mobile, i “cyberciminali” cominciano a preferire attacchi rivolti alla piattaforma J2ME, utilizzata per lo sviluppo di giochi e applicazioni per smartphone, piuttosto che attacchi diretti ai dispositivi. Tali  programmi maligni inviano SMS a numeri a pagamento, azzerando il credito dell’utente e generando un importante guadagno per gli autori dei Trojan.

Nonostante la rapida crescita di nuove minacce nel primo semestre, gli esperti di Kaspersky Lab non escludono una diminuzione o una stabilizzazione di questa situazione, già a partire da quest’anno. Gli sforzi maggiori dell’industria anti-virus sono concentrati sull’elaborazione di strumenti che consentano un’identificazione immediata delle minacce e una loro tempestiva eliminazione. Se prima una velocità di reazione accettabile da parte del programma anti-virus si misurava in ore, a volte addirittura in giorni, ora l’ordine di grandezza sono i minuti. In questo arco di tempo è indispensabile identificare il codice maligno, analizzarlo e far entrare in azione gli strumenti della protezione anti-virus, che devono essere resi immediatamente disponibili all’utente.

 

Nella seconda parte della relazione, si tratta invece l’argomento “spam”.

Le 5 maggiori categorie merceologiche sono ormai da ritenersi tradizionali: «Farmaci, prodotti e servizi per la salute», «Istruzione», «Copie contraffatte di articoli di lusso», «Viaggi e vacanze» e «Servizi di pubblicità elettronica». Ci si è resi conto, inoltre, di come gli spammer cerchino di attrarre nuovi clienti con un tipo di pubblicità che sia sempre più accattivante: alla creazione delle lettere collaborano infatti non solo i programmatori, ma anche esperti di marketing e designer.

E’ probabile che per il prossimo semestre gli spammer proseguano gli esperimenti con il codice html, e non è escluso che nella seconda metà dell’anno verranno recuperati alcuni metodi e trucchi di vecchia data. La versione integrale dell’articolo “Minacce informatiche nel primo semestre 2008” è disponibile nella nostra sala lettura (www..kaspersky.com/it/reading_room).

 

In allegato troverà il testo completo del rapporto;  siamo a disposizione per ogni eventuale ulteriore approfondimento dell’argomento.

Cordiali saluti,

 

 

Francesco Corona
fcorona@sangallimc.it

 

Sangalli M&C srl
Via Morimondo 26

Edificio 11 int. 5/a
20143 Milano

tel +39 02.89056404

mob +39 334.9348127

fax +39 02.89056974

skype: francesco.corona

 

P Prima di stampare questa email considera l'impatto ambientale | Please consider environment before priniting this email

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl