Sondaggio web Sophos: amministratori IT sotto accusa per la massiccia diffusione del worm Conficker

Allegati

29/gen/2009 12.50.05 Pragmatika Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

 

Contatti Pragmatika Srl

Silvia Voltan

silvia@pragmatika.it

Irene Govoni

irene.govoni@pragmatika.it

Tel. 051 6242214

Cell. +39 320 3474959

Comunicato Stampa

 

Sondaggio web Sophos: amministratori IT sotto accusa per la massiccia diffusione del worm Conficker

 

Il worm, che sfrutta una vulnerabilità di Windows per infettare i PC e consentire l’accesso agli hacker, ha appena lanciato una nuova ondata di attacchi con pesanti ripercussioni in tutto il mondo.

 

Milano, gennaio 2009 - Secondo quanto emerge da un sondaggio online * condotto da Sophos, società leader a livello mondiale nel settore della sicurezza informatica e nella tecnologia di controllo dell’accesso alla rete (NAC), il 30% degli intervistati punta il dito contro gli amministratori IT per la recente ondata di attacchi sferrati dal worm Conficker contro numerose aziende in tutto il mondo, ritenendoli colpevoli di aver installato troppo tardi la relativa patch di sicurezza messa a disposizione da Microsoft già alla fine di ottobre 2008.

 

Anche Microsoft finisce nel ciclone: il 17% degli intervistati attribuisce infatti la responsabilità principale alla vulnerabilità del servizio RPC di Windows sfruttata dal worm e, di conseguenza, al colosso di Redmond. Il 53% dei partecipanti considera invece gli autori del worm Conficker come  unici responsabili.

 

â€La maggioranza degli utenti ritiene che la responsabilità principale sia ascrivibile agli autori di Conficker per aver deliberatamente creato e sguinzagliato il worm, seminando lo scompiglio tra le aziende non adeguatamente protette“ ha dichiaratoWalter Narisoni, Sales Engineer Manager di Sophos Italia.  â€Ciò che sorprende maggiormente, però, è l’atteggiamento di molti amministratori IT, che biasimano i propri colleghi per lo scarso impegno profuso nell’implementazione di soluzioni di sicurezza informatica. Molte aziende sembrano essere incredibilmente frustrate dalla costante necessità di implementare patch di emergenza sulle proprie reti. Una persona su cinque indirizza la propria collera in primo luogo contro Microsoft – un dato preoccupante per il produttore americano – per la presenza nei suoi software della vulnerabilità in questioneâ€.

 

Nel corso della scorsa settimana si è assistito a un secondo attacco del worm, che si è propagato non solo sfruttando la vulnerabilità del servizio RPC di Windows, ma anche individuando password elementari e tramite  dispositivi USB.

 

Per ulteriori informazioni sulle modalità per difendersi dal worm Conficker, qualora non fosse stata installata la patch fornita da Microsoft, visitate il blog di Graham Cluley all‘indirizzo http://www.sophos.com/blogs/gc/g/2009/01/15/stop-conficker-worm

 

Al fine di ridurre i rischi di infezione, ribadiscono gli esperti di Sophos, è di vitale importanza che le aziende correggano le vulnerabilità presenti nei sistemi operativi Microsoft con le relative patch di sicurezza e proteggano la propria infrastruttura IT a tutti i livelli con un software di sicurezza aggiornabile in maniera automatica.

 

* Sondaggio condotto da Sophos tra il 19 e il 20 gennaio 2009 su 168 utenti aziendali

 

Maggiori informazioni sul sondaggio sono disponibili all’indirizzo:

http://www.sophos.com/blogs/gc/g/2009/01/20/system-administrators

 

A proposito di Sophos

 

Sophos offre soluzioni che consentono alle imprese in tutto il mondo di proteggere e controllare la propria infrastruttura informatica. Le soluzioni Sophos per il Network Access Control, l’endpoint, il web e l’e-mail semplificano la sicurezza, offrendo una protezione integrata contro malware, spyware, intrusioni, applicazioni indesiderate, spam, violazioni delle politiche di sicurezza e delle compliance aziendali, perdita di dati. Sophos vanta un’esperienza ventennale nel settore della sicurezza informatica. Le soluzioni e i servizi Sophos, ingegnerizzati per ottenere la massima affidabilità, proteggono oltre 100 milioni di utenti in quasi 150 Paesi. Rinomata per l’alto livello di soddisfazione dei clienti e per le sue soluzioni potenti e di facile utilizzo, Sophos ha ricevuto numerosi premi, certificazioni e recensioni positive. Sophos è una multinazionale con sede centrale ad Oxford, UK. Per maggiori informazioni visitare www.sophos.it.

 

â—Š â—Š â—Š â—Š

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl