WIM.TV: la nuova piattaforma per i video online firmata dall’inventore dell’mp3

Il sito è nato da poco ed è in espansione: è un video marketplace che permette a chi lavora nel mondo del video (creatori/videomakers/pubblicitari) di guadagnare con i propri contenuti.

31/gen/2011 18.16.37 SmartRM Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il sito è nato da poco ed è in espansione: è un video marketplace che permette a chi lavora nel mondo del video (creatori/videomakers/pubblicitari) di guadagnare con i propri contenuti.

La registrazione è gratuita, 1000 punti omaggio a chi si iscrive entro il 28 febbraio!

 

Pubblicare i video online è un tran tran ormai gettonatissimo che unisce, crea partecipazione, lancia stelle momentanee e ci dà la possibilità di condividere i nostri momenti con il mondo.

Ma mentre io sto lì a invitare amici a vedere il mio ultimo filmato o inserisco i tag più giusti per farlo trovare dai motori di ricerca, lo Youtube e il Vimeo di turno si arricchiscono.

Con i miei video. Mentre io sto a guardare.

Leonardo Chiariglione, ingegnere torinese, da quarant’anni opera nel mondo delle telecomunicazioni e dei media digitali. E’il fondatore del gruppo MPEG (Motion Pictures Expert Group) e l’inventore dell’mp3, due standard che hanno creato una rivoluzione nella Rete consentendo la trasmissione on line di video e musica.

Leonardo è il founder della piattaforma wim.tv, cresciuta e sviluppata da un gruppo di giovani ingegneri all’interno dell I3P (Incubatore del Politecnico di Torino).

“L’idea di wim.tv è nata dal desiderio di fare qualcosa per togliere via questo mito degli utenti di internet che possono fare qualsiasi cosa su internet”- spiega Chiariglione -“in realtà gli utenti di internet, con i loro video, possono fare molto poco. In sostanza possono regalare virtualmente le loro creazioni a qualche service provider che gestisce un sito web, lui si arricchisce e invece l’utente internet sta lì a guardare”. E l’utente rimane davvero fermo a guardare.

Al massimo può gongolarsi quel tanto per qualche migliaia di visite al suo canale, senza ricevere un vero tornaconto per la sua abilità di confezionare video appetibili e di qualità.

wim.tv è lo strumento ideale per tutti i publishers online che vogliono pubblicare i propri contenuti video ricevendone non solo visibilità e “gloria”, ma anche un ritorno economico.

E come viene generato il ritorno economico?

Attraverso l’attribuzione di licenze personalizzabili per ciascun video. L’utente ha la possibilità di scegliere tra diversi tipi di licenze con le quali vuole distribuire il suo contenuto: Creative Commons, con Advertising a scelta dell’utente o Pay per View. La seconda e la terza permettono di generare revenues per l’utente creatore.

“Su wim.tv”- continua Chiariglione –“gli utenti diventano gli attori, ovvero coloro che conducono le danze, invece di essere gli schiavi più o meno contenti al servizio di un sito web di video sharing”.

wim.tv è un sistema stutturato a ruoli. E' possibile registrarsi con uno o più ruoli che rispecchiano quelli della catena del valore del video. Tutti i ruoli hanno le sembianze di pupazzi che rendono il sito anche giocoso e divertente, oltre che estremamente rivoluzionario!

Capire e scegliere il proprio ruolo è semplicissimo, basta andare su http://www.wim.tv e cliccare su uno dei ruoli, la registrazione è gratuita e per chi si registra entro il 28 febbraio ci sono 1000 wim Cents (la moneta di wim.tv) omaggio per le prime mosse sulla piattaforma.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl