Osservatorio Abruzzo: Pescara la città più cara, a seguire Teramo___Comunicato Stampa

Osservatorio Abruzzo: Pescara la città più cara, a seguire Teramo___Comunicato Stampa.

Persone Sabrina Varaldo Burson-Marsteller, Daniele Mancini
Luoghi Universitaria, Italia Centrale, Chieti, Milano, Abruzzo, Teramo, L'Aquila, Chieti Scalo, Pescara
Argomenti economia, commercio

22/set/2011 11.50.04 Casa.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Osservatorio Abruzzo:

Pescara la città più cara, a seguire Teramo

 

Con una media di 2.700 Euro al mq a Pescara va il primato di provincia più costosa; la segue Teramo con un costo medio di 2.100 metro quadro

 

Per i pescaresi acquistare un box auto può costare fino a 50.000 euro

 

Le quotazioni rimangono piuttosto stabili in tutta la regione, si registra un + 2,5% solo a Teramo

 

Milano, 22 settembre 2011 – Non è L’Aquila ad aggiudicarsi il titolo di città più cara dell’Abruzzo, bensì Pescara con i suoi 2.700 Euro al metro quadro. E’ quanto emerge dall’Osservatorio Casa.it – il portale immobiliare con oltre 700.000 annunci e 4.000.000 di Utenti Unici al mese – che ha analizzato il mercato immobiliare della regione del Centro Italia.

 

Secondo l’osservatorio Casa.it, è quindi Pescara la città abruzzese più costosa con un costo medio di 2.700 Euro al metro quadro. Nelle zone del centro come Viale Regina Margherita e Viale Kennedy i prezzi però salgono, oscillando tra i 2.800 e i 3.300 Euro a seconda della tipologia dell'immobile, mentre per un appartamento signorile nella zona Riviera nei pressi del mare si possono arrivare a sfiorare i 4.000 Euro al metro quadro. In centro sono molto alte anche le richieste per i box, le cui quotazioni medie possono toccare anche i 50.000 Euro.

 

A Teramo il prezzo medio si attesta sui 2.100 Euro al metro quadro con un lieve rialzo nelle quotazioni pari al 2.5% . Nel centro storico si rileva un aumento della domanda in particolare di trilocali: qui per una soluzione ristrutturata si arrivano a spendere anche 2.650 Euro al metro quadro mentre per gl’immobili di nuova costruzione 2.800 Euro. A Chieti invece la media si aggira sui 1.900 Euro al metro quadro. La zona Universitaria, il Centro Storico e la zona Chieti Scalo hanno visto un aumento della domanda con picchi proprio per quest’ultima dove le nuove costruzioni arrivano a toccare i 2.300 - 2.400 Euro al metro quadro.

 

“Un discorso a parte merita invece L’Aquila dove le conseguenze del terremoto impattano ancora oggi sulla domanda e sull’offerta di immobili, che fanno registrare ancora una contrazione nel loro andamento,” commenta Daniele Mancini, Amministratore Delegato di Casa.it La media al metro quadro di un appartamento in buone condizioni nella zona centrale del capoluogo non supera i 2.000 Euro, fino a raggiungere un massimo di 2.700 Euro per soluzioni signorili e di nuova costruzione”.

 

Infine, analizzando il mercato degli affitti, Pescara guida sempre la classifica come città più costosa della regione con 615 Euro di media mensili. Seguono Teramo e Chieti rispettivamente con 590 e 550 Euro. All’Aquila sempre si incontrano i canoni d’affitto più economici con circa 500 euro al mese.

 

 

Sabrina Varaldo

Burson-Marsteller

Via Tortona 37, 20144 Milano

tel +390272143815

 

sabrina.varaldo.ce@bm.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl