Crisi economica: come si sta muovendo la domanda nel mercato italiano?___Comunicato stampa

24/nov/2011 17.01.57 Casa.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Crisi economica: come si sta muovendo

la domanda nel mercato italiano?

 

 

Secondo l’Osservatorio Casa.it reggono gli immobili di prestigio, diminuiscono le richieste per metrature fino a 100 mq

 

Nei centri di minori dimensioni e al Sud Italia si registrano i trend più negativi,

raggiungendo fino un -12%

 

Milano, 24 novembre 2011 – In un contesto di crisi che ormai da mesi attanaglia l’economia nazionale, Casa.it - il portale immobiliare n°1 in Italia con oltre 700.000 annunci e oltre 4.000.000 Utenti Unici al mese – ha analizzato le reazioni degli Italiani anche alla luce del recente annuncio di possibili nuovi provvedimenti nel panorama immobiliare. Mettendo a confronto questi ultimi tre mesi con il corrispondente periodo del 2010, a far registrare un andamento negativo nella domanda di immobili sono soprattutto città come Padova, Torino e Bari, mentre restano stabili le grandi città come Milano e Roma.

 

Sulla base delle richieste pervenute al portale, si riscontra una maggiore difficoltà per le famiglie medie italiane, alle prese con mutui e tasse da pagare. Sono, infatti, gli immobili di media metratura  - fino a 100 metri quadrati – le soluzioni più penalizzate con cali in media fino al 12% registrato a Padova. Le soluzioni di prestigio e gli attici di metratura più alta risultano invece caratterizzate da una domanda stabile, segnale che coloro che hanno maggiore capacità di investire non sembrano, per il momento, essere particolarmente influenzati dalle possibili manovre.

 

“Grazie alle richieste che i circa 300.000 utenti unici che quotidianamente consultano Casa.it e inviano alle oltre 13.000 agenzie immobiliari e costruttori nostri partner, siamo in grado di monitorare e di fornire un’analisi completa e dettagliata della domanda, suddivisa addirittura per zona, tipologia di immobile ricercato e fascia di prezzo. Questo ci permette di avere un quadro realistico delle esigenze delle famiglie italiane e capire come si evolvono nel tempo le loro necessità.” ha commentato Daniele Mancini, Amministratore Delegato di Casa.it.

 

In particolare, l’analisi di Casa.it rivela per Torino e Bari i trend peggiori: la domanda di immobili diminuisce rispettivamente del 6% e dell’11% per tutte le metrature. Nella città di Padova si attesta un ribasso notevole delle richieste per i mono e bilocali (-12%), contro un andamento positivo per gli appartamenti signorili nel centro storico (+9%). A Firenze sono i monolocali a registrare un calo maggiore, pari al 7% mentre l’interesse dei cittadini si concentra su soluzioni di prestigio (+9%). Infine, a Napoli si “salvano” soltanto i trilocali con un +7%.

 

Un discorso a parte lo meritano le città di Milano e Roma, le uniche ad evidenziare un trend stabile. In particolare, la piazza di Milano sembra al momento non risentire ancora della congiuntura economica e politica. Dalla nostra analisi si evidenzia infatti un trend delle richieste positivo anche se contenuto, fino a un +7% per le metrature più alte e a un +4% per gli immobili di prestigio. Roma rispecchia in generale la situazione di Milano, con un decremento però per i trilocali di circa il 7%”, conclude Daniele Mancini.

 

 

 

 

Sabrina Varaldo

Burson-Marsteller

Technology, Web & Business Innovation Practice

Via Tortona, 37 - 20144 Milano
tel +390272143815

sabrina.varaldo.ce@bm.com

   image001

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl