,,Active Solution & Systems illustra le operazioni da eseguire per un corretto Disaster Recovery con le soluzioni Qsan

,,Active Solution & Systems illustra le operazioni da eseguire per un corretto Disaster Recovery con le soluzioni Qsan.

Persone Cynthia Carta Adv
Luoghi Italia, Europa, Milano, Taiwan, Taipei, Stati Uniti d'America, San Donato Milanese, provincia di Milano
Organizzazioni QSAN Technology Inc., SOLUTION & SYSTEMS S.r.l., ACTIVE SOLUTION & SYSTEMS S.r.l.
Argomenti economia, impresa, commercio

27/feb/2012 12.54.34 Cynthia Carta Adv. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

                                                                                   

 

Active Solution & Systems illustra le operazioni da eseguire per un corretto Disaster Recovery con le soluzioni Qsan

Fase per fase, tutte le operazioni da eseguire utilizzando il software che Qsan include nel prezzo d’acquisto delle sue soluzioni.

 

 

Milano, 27 febbraio 2012 - Active Solution, distributore esclusivo per l’Italia delle soluzioni Qsan, vuole, con questo documento, illustrare  le operazioni necessarie per un corretto Disaster Recovery.

L’intera procedura può essere divisa in due fasi, la fase 1 è quella di portare in linea il sito remoto facendo  in modo che tutte le operazioni tornino online. La fase 2 è quella che riguarda il ripristino  e la funzionalità del sito principale e quindi rimettere i dati in linea con l’ultimo aggiornamento.

Fase 1. Portare in funzione il sito remoto

In una ambiente nel quale si sia creata una soluzione di Replica tra il sito principale ed un sito remoto, in caso di guasto del sottosistema nel sito principale, bisogna procedere con l’attivazione del sito remoto. Per prima cosa, bisogna convertire il volume di backup del sito remoto da Backup a RAID (operazione che all’inizio dell’installazione della Replica  prevede che il volume principale sia RAID e quello secondario Backup). In seguito gli host del sito remoto possono montare il volume di backup come volume di produzione e iniziare ad indirizzare gli altri prerequisiti delle applicazioni sugli host per riportare online il sistema.

 

Poichè la QReplica è una replica asincrona tra il sottosistema principale e quello di destinazione, tutti i dati che non sono stati replicati tra i due sottosistemi, al verificarsi di problemi e/o guasti del sito principale ,vanno perduti. Per questa ragione è consigliabile estendere a tutte le applicazioni la funzionalità di Replica.

 

disaster recovery 1

Fase 2. Portare in funzione il sito principale

Dopo aver portato in funzione il sito remoto, tutti gli aggiornamenti dei dati verranno salvati nel sottosistema di destinazione remota, unico in funzione in quel momento. Il prossimo passaggio seguente consiste nella rimessa  in funzione del sito principale ripristinando l’intera applicazione. In un primo momento è possibile scambiare i ruoli dei due siti, pertanto quello principale diventa momentaneamente remoto. Sarà così possibile riallineare tutti i dati tra i due siti e avere su entrambi i sottosistemi un identico aggiornamento. Successivamente si potrà procedere con la creazione di un nuova attività di replica, invertendo la sorgente e riportando il sito principale come storage di partenza e quello remoto di destinazione.

 

disaster recovery 2

 

 

Nel caso che il volume sia molto grande, si può considerare l’utilizzo della copia locale tramite il VD Clone per concludere la copia globale come prima volta per poi spostarla sul sottosistema principale, e convertirla da VD Clone a Replica; risparmiando molto tempo in quanto non si dovrà più procedere ad una  copia completa tra i due sistemi con l’operazione standard di replica.

 

Dopo aver completato le operazioni di sincronizzazione per la maggior parte dei dati tra il sito remoto e quello principale, bisogna procedere pianificando  una finestra temporale per la manutenzione per fermare tutti gli host che accedono al volume e risiedono sul sito remoto.

A questo punto è necessario rieseguire la replica tra i due sottosistemi, per sincronizzare i dati variati nel frattempo tra il sito remoto e quello principale, per essere certi che i dati memorizzati sul sito principale siano aggiornati.

L’ultimo passo è quello di convertire il tipo di volume sul sito principale da Backup a RAID.

A questo punto sarà possibile montare il volume del sito principale sugli host e portare le applicazioni sul sito principale. Infine, ricreare nuovamente le operazioni di replica dei dati dal sito principale a quello remoto

Infine…

La cosa più importante per la programmazione di un Disaster Recovery è avere la certezza che l’operazione sia semplice, eseguibile ed affidabile. Prima di essere messo in produzione su tutte le applicazioni, bisogna accertarsi che possa essere eseguito con successo. Non è infatti possibile prevedere  quale sia il punto critico delle operazioni, fintanto che non sia messo realmente in linea. Per questa ragione le soluzioni QSAN sono dotate di tutte le applicazioni software necessarie per mettere in pratica in sicurezza l’applicazione di Replica Remota. La QReplica e il VD Clone sono solo una parte della dotazione che QSAN mette a disposizione, comprendendola nel prezzo di acquisto dei propri Storage SAN. Con la politica del “tutto compreso”, QSAN spiazza gli altri produttori che, al contrario, applicano un costo abbastanza elevato ad ogni elemento software aggiuntivo

Active Solution & Systems propone le soluzioni QSAN in Italia e mette a disposizione la sua ventennale esperienza nel proporre soluzioni di Storage e Networking, specialmente indicati per la piccola e media azienda, per il settore pubblico e per tutti gli ambienti nei quali sia necessario usufruire del meglio della tecnologia e dell’affidabilità, con un’attenzione particolare ai costi.

 

Active Solution & System 

Fondata nel 1993, ACTIVE SOLUTION & SYSTEMS S.r.l. ha sviluppato una vasta esperienza nell’area  delle soluzioni di memorizzazione e della sicurezza  di grandi volumi di  dati  ,  più  propriamente in ambito  STORAGE AREA NETWORK, DIRECT ATTACHED STORAGE, NETWORK ATTACHED STORAGE , iSCSI SAN , TAPE AUTOMATION BACKUP  e  DISK BACKUP  ed è in grado di progettare e fornire le soluzioni più avanzate nell’ambito delle  rispettive tecnologie. L’intera gamma delle apparecchiature  che compongono l’offerta di ACTIVE SOLUTION  è stata studiata per incontrare le esigenze più evolute di tutti gli utenti che operano in questi ambienti. ACTIVE SOLUTION annovera tra i suoi vendor aziende leader nei rispettivi settori, riconosciute a livello internazionale.

Per maggiori informazioni:www.active.it

QSAN

Fondato nel 2004, QSAN Technology Inc. è un produttore di controller RAID focalizzato soprattutto sulla tecnologia iSCSI IP SAN e la sua produzione si orienta maggiormente verso la piccola media impresa mondiale.Con la sede principale a Taipei in Taiwan, QSAN è specializzata in soluzioni Storage e nella capacità di produrre in modo flessibile a secondo la richiesta del mercato e per questo in grado di seguire il boom dello Storage IP a livello mondiale, rimanendo focalizzata nel mantenere il miglior prezzo prestazione sulle proprie soluzioni. QSAN ha una trasparente strategia di marketing per il mercato mondiale che si sviluppa attraverso distributori specializzati nello Storage in Europa, che è anche il mercato di riferimento, gli USA e tutto la zona orientale. www.qsan.com

 

 

 

ACTIVE SOLUTION & SYSTEMS S.r.l.
Via Angelo Moro 97 - 20097 San Donato Milanese (Milano)
Tel. 02 514843 - 02 51621392  Fax 02 51629377
information@active.it

 

Ufficio Stampa

Cynthia Carta Adv.

Tel 0245484666 – 3385909592

cyncarta@cynthiacartaadv.it www.cynthiacartaadv.it

 

 

 --  Cynthia Carta ADV. Advertising Communication Via Monte Rosa, 74 - 20149 Milano ph +39(0)2 45484666 Fax +39(0)245484685 Mobile +393385909592 Skype cynthiacarta cyncarta@cynthiacartaadv.it  cynthia.carta@fastwebnet.it www.cynthiacartaadv.it 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl