Famiglie italiane in difficoltà: tagli alle spese condominiali per risparmiare fino al 10% al mese___Comunicato stampa

Famiglie italiane in difficoltà: tagli alle spese condominiali per risparmiare fino al 10% al mese___Comunicato stampa.

Persone Sabrina Varaldo Burson-Marsteller Technology, Daniele Mancini
Luoghi Roma, Firenze, Napoli, Milano
Argomenti economia, commercio, edilizia, finanza

14/mar/2012 11.59.40 Casa.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Famiglie italiane in difficoltà: tagli alle spese condominiali per risparmiare fino al 10% al mese

 

Secondo l’Osservatorio Casa.it le spese condominiali sono tra le prime voci di costo che vengono tagliate dalla famiglie italiane:

 

·        Riduzione dei servizi di portierato e contenimento degli interventi di manutenzione del giardino permettono una diminuzione delle spese rispettivamente del 12% e dell’5%

 

·         Posticipare la costruzione di un impianto di ascensore negli stabili d’epoca consente un risparmio fino al 49%

 

 

Milano, 14 marzo 2012 – Le nuove imposte e i nuovi pesanti rincari previsti per i prossimi mesi sui beni di largo consumo e sui servizi, andranno ad impattare fortemente sul portafoglio degli Italiani. Le famiglie italiane, secondo l’Osservatorio di Casa.it, partono proprio dalla casa per risparmiare. Tagliare alcune voci delle spese condominiali consente infatti un risparmio pari al 10% al mese nel proprio budget.

 

La portineria contribuisce a gravare sulle spese condominiali degli Italiani. Rinunciare alla presenza di un custode a tempo pieno a favore di un part time e demandare a società esterne i servizi di pulizia può ridurre le spese del 12% circa al mese. A Milano, Napoli, Roma e Firenze nei condomini invece dove la portineria è assente si risparmia in media il 27%.

 

Si operano tagli anche sulle spese legate al giardino condominiale, pur essendo l’elemento che genera i risparmi meno consistenti, il picco massimo viene toccato a Firenze dove è possibile spendere un 5% in meno al mese se i condomini decidono di limitare e programmare gli interventi di manutenzione o di rinnovo delle piante e dei fiori nell’area verde del palazzo. Nei grandi centri di Roma e Milano, invece, le spese si riducono solo del 2% in media.

 

Da Nord a Sud, l’unica voce che incide notevolmente sulle spese condominiali degli Italiani e che non può essere eliminata dal budget è la manutenzione dell’ascensore, costituita in massima parte da interventi riguardanti la sicurezza dell’impianto e dagli inevitabili costi di forza motrice. Tuttavia posticipare o addirittura rinunciare alla costruzione di un nuovo ascensore negli stabili d’epoca sprovvisti, e dove ne era prevista la realizzazione, consente di evitare un incremento  del 50% delle spese condominiali ripartibili per i successivi anni.

 

“Gli italiani in questi mesi si dovranno districare tra molteplici voci di spesa che gravano sulle loro finanze. Secondo la nostra analisi condotta sull’intero territorio nazionale, ridurre le spese condominiali portineria e giardino consente di risparmiare fino al 10% al mese, in una prospettiva di maggiore parsimonia”, ha commentato Daniele Mancini, Amministratore Delegato di Casa.it.

 

 

Nota: I dati dello studio Casa.it si riferiscono ad appartamenti di metratura media (pari a 100mq).

 

 

 

Sabrina Varaldo

Burson-Marsteller

Technology, Web & Business Innovation Practice

Via Tortona, 37 - 20144 Milano
tel +390272143815

sabrina.varaldo.ce@bm.com

   image001

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl