Osservatorio Casa.it: nelle Marche scegliere l'usato permette un risparmio di 400 euro rispetto alle nuove costruzioni

Osservatorio Casa.it: nelle Marche scegliere l'usato permette un risparmio di 400 euro rispetto alle nuove costruzioni.

Persone Sabrina Varaldo Burson-Marsteller Technology, Daniele Mancini
Luoghi Milano, Marche, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, provincia di Ascoli Piceno, provincia di Pesaro
Argomenti economia, commercio

16/mag/2012 10.32.53 Casa.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Osservatorio Casa.it: nelle Marche scegliere l’usato permette un risparmio di 400 euro rispetto alle nuove costruzioni

 

Ancona con 2.800 euro mq è la città più cara della regione per l’acquisto di un immobile; Macerata con 2.000 euro mq la più conveniente

 

Mercato delle nuove costruzioni: ad Ancona e Macerata la domanda supera l’offerta

Milano, 16 maggio 2012 – L’ Osservatorio Casa.it ha preso in considerazione vantaggi e svantaggi legati all’acquisto di immobili nuovi o usati nelle Marche, rilevando che in media l’acquisto dei secondi comporta un risparmio medio di 400 euro. Ancona con una media di 2.800 euro al metro quadro è la provincia più cara in cui acquistare un immobile mentre Macerata è la più conveniente con i suoi 2.000 euro mq.

L’analisi svolta dal portale immobiliare ha messo in evidenza come sia Ancona la città marchigiana dove acquistare una soluzione immobiliare risulta più dispendioso. In particolare, una casa nuova richiede un esborso medio di 3.000 euro al metro quadro, a fronte dei 2.600 richiesti per una usata. Il mercato immobiliare di Macerata risulta invece il più conveniente della regione: 2.300 euro al metro quadro è il costo delle nuove costruzioni, 1.800 quello delle usate.

 

Il capoluogo è seguito dalla provincia di Pesaro e Urbino che fa registrare quotazioni medie di 2.900 euro per il nuovo, contro i 2.450 euro al metro quadro necessari per l’usato. Ascoli Piceno si posiziona invece in terza posizione: la spesa media di 2.500 euro al metro quadro per un appartamento di nuova costruzione supera di circa 400 euro quella necessaria per uno vecchio.

 

“Il nostro database ha permesso anche un’indagine approfondita dell’andamento della domanda del nuovo rispetto all’usato che risulta stabile per le province di Ascoli Piceno e Pesaro e Urbino. Ad Ancona e Macerata, inoltre, la domanda del nuovo supera di fatto l’offerta delle nuove costruzioni disponibili”, ha commentato Daniele Mancini, Amministratore Delegato di Casa.it.

 

 

Sabrina Varaldo

Burson-Marsteller

Technology, Web & Business Innovation Practice

Via Tortona, 37 - 20144 Milano
tel +390272143815

sabrina.varaldo.ce@bm.com

   image001

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl