Il migliore amico dell'uomo va in vacanza, e aumenta l'offerta di immobili "pet friendly"___Comunicato Stampa

12/lug/2012 11.06.21 Casa.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il migliore amico dell’uomo va in vacanza, e aumenta l’offerta di immobili “pet friendly”

 

Gli animali domestici, sempre più presenti nelle case degli Italiani, sono compagni praticamente inseparabili: il 45% parte per le vacanze insieme al cane

 

Il 15% rinuncia a lunghi viaggi per non lasciare solo il proprio animale e per non affrontare la spesa della pensione

 

Milano, 12 luglio 2012 – Un’indagine di Casa.it ha chiesto agli Italiani di raccontare le vacanze insieme ai loro animali domestici e la soluzione adottata per le settimane di ferie. Quanto emerge è che ben il 45% degli abitanti del bel paese non si separa dagli amici a quattro zampe nemmeno in vacanza, con una sempre maggiore attenzione alle loro esigenze. E cresce di conseguenza del 6% rispetto allo scorso anno l’offerta di immobili “pet friendly”.

 

Secondo la survey di Casa.it la maggior parte degli italiani, complice anche la crisi, ha optato per una partenza insieme al proprio cane, scegliendo case vacanze e strutture ricettive in grado di accogliere gli animali. Il 60% dei padroni dichiara di preferire le località di montagna, dove i cani possono sfogarsi e correre liberamente, e le località marittime con spiagge dog friendly, attrezzate per rendere il soggiorno degli amici a quattro zampe davvero più facile e confortevole.

 

“Dall’analisi degli annunci di case vacanze in affitto pubblicati su Casa.it, abbiamo registrato, rispetto allo scorso anno, un incremento pari al 6% nell’offerta di immobili “pet-friendly”, ovvero di strutture disponibili ad accogliere gli amici a quattro zampe. La TOP 5 delle regioni con il maggior numero di offerta di soluzioni immobiliari che accettano gli animali sono: Toscana, Umbria, Sardegna, Sicilia, Emilia Romagna e Liguria, ha commentato Daniele Mancini, Amministratore Delegato di Casa.it.

 

Spesso le famiglie si organizzano in modo da non lasciare mai solo l’amico fidato, optando per la pratica soluzione di affidare il cane a parenti (21%) e amici (11%). Il restante 8% si vede costretto a scegliere di lasciare il proprio cane in pensione con una spesa tra i 200 e i 400 euro per 10 giorni.

 

Infine, il 15% preferisce rinunciare a lunghi viaggi e a scegliere una vacanza mordi e fuggi per non lasciare solo il proprio animale e per non affrontare la spesa della pensione per un periodo troppo lungo.

 

 

 

 

Sabrina Varaldo

Burson-Marsteller

Technology, Web & Business Innovation Practice

Via Tortona, 37 - 20144 Milano
tel +390272143815

sabrina.varaldo.ce@bm.com

   image001

 



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl