SANsymphony-V10 di DataCore per modernizzare l’in frastruttura storage del Comune di Bologna

SANsymphony-V10 di DataCore per modernizzare l'infrastruttura storage del Comune di Bologna La scelta di una soluzione software-defined ha permesso di rispettare tutte le esigenze e di contenere le spese Milano, aprile 2015 -DataCore, azienda leader nel software-defined storage, illustra come la sua soluzione SANsymphony-V 10 sia stata utilizzata dal Comune di Bologna per risolvere l'esigenza di modernizzare la propria infrastruttura storage.

Persone Giuseppe Mazzoli, Stefano Mineo, Cynthia
Luoghi Italy, Bologna, Milan, Turin
Organizzazioni informazioni sono disponibili all'indirizzo, DataCore Software Corporation, IBM, BG Group
Argomenti music, computer science, memory, hardware

17/apr/2015 13.55.00 Cynthia Carta Adv. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

dc_logo_RGB.jpg

 

SANsymphony-V10 di DataCore  per modernizzare l’infrastruttura storage del Comune di Bologna

La scelta di una soluzione software-defined ha permesso di rispettare tutte le esigenze e di contenere le spese

images.jpeg

Milano, aprile 2015 -DataCore, azienda leader nel software-defined storage, illustra come la sua soluzione SANsymphony-V 10 sia stata utilizzata dal Comune di Bologna per risolvere l’esigenza di modernizzare la propria infrastruttura storage.

Il Comune di Bologna amministra una delle grandi Città italiane, 4300 i dipendenti , 3500 le postazioni informatiche, 50 uffici distribuiti sul territorio fra i quali Musei, Uffici amministrativi, Biblioteche oltre a 200 Scuole facenti anch’esse parte dell’infrastruttura del Comune.

img_6361edit.jpgL’infrastruttura del Comune è composta da 2 Server Farm posizionate nelle 2 sedi principali, nelle quali si concentrano tutte le risorse, i sistemi di rete , i server , ridondati per garantire la continuità operativa indispensabile. 250 sono i server gestiti dei quali 200 circa virtualizzati tramite VMWare su blade HP e IBM. Il volume totale dei dati è di circa 50 TB (sono quelli oggi licenziati).  Tutte le sedi sono collegate in banda larga.

A Stefano Mineo, Direttore Unità Servizi Infrastrutturali del Comune, l’amministrazione chiede di

·aumentare la potenza della piattaforma tecnologica, compresa la sostituzione di HW arrivati alla fine del loro ciclo di vita, per gestire nuovi servizi IT, unitamente ad un sostanziale incremento delle performance per riuscire ad ottenere risposte rapide

·garantire l’ indispensabile business continuity

il tutto con il vincolo di un contenimento della spesa.

La prima risposta architetturale è stata quella di ridondare le due Server Farm, seguita dall’aumento della potenza dei sistemi con componenti tecnologiche virtualizzate e della capacità di storage.

“A questo punto è partita l’indagine che ha escluso l’adozione della classica soluzione di potenziamento dell’HW a favore del Software Defined Storage”. dichiara Stefano Mineo che continua “abbiamo accantonato quindi l’idea di dotarsi di appliance forniti da HW vendor a favore di una soluzione SW per la gestione dei dischi destinati allo storage. Le motivazioni hanno riguardato l’aspetto economico, infatti l’adozione della soluzione Software-Defined elimina l’esigenza di dotarsi di ulteriore HW, oltre a garantire una maggiore flessibilità in fase di crescita e senza alcun vincolo rispetto all’acquisto di HW di uno specifico vendor per eventuali esigenze future”

 

E’ poi stata eseguita un’approfondita verifica mirata ai livelli funzionali offerti, questa fase di valutazione ha portato alla scelta di SANsymphony-V10 di DataCore , la più affermata sul mercato che si è rivelata essere quella che offriva maggiori garanzie. “E’ partito a questo punto il bando di gara previsto , vinto da 3CIME Technology che ha fornito il SW , lo ha implementato e fornito i relativi servizi.

La migrazione dei dati è stata effettuate gradualmente , conclusa in tre mesi,  effettuata senza problemi dai vecchi ai nuovi  apparati.

“La nuova architettura, una volta operativa si è fatta apprezzare da subito per la sua flessibilità per la facilità di manutenzione e di aggiornamento. In occasione della indisponibilità HW, lo spostamento degli utenti da un nodo all’altro è stato effettuato brillantemente” è il commento finale di Stefano Mineo.

Giuseppe Mazzoli �“ Amministratore di 3CiME Technology Srl commenta “Il progetto di un cluster metropolitano così delicato e complesso è stato esaltante. Mettere in alta affidabilità 60 istanze Oracle, 10TB di posta elettronica, 200 macchine virtuali è stata una sfida senza precedenti. Oggi il Comune ha virtualizzato con DataCore, storage IBM, Netapp, Nexsan, dischi flash HGST con 4 livelli di Tier sui due nodi metropolitani. Un risultato che in Italia non ha precedentila seconda parte del progetto che è già in corso, riguarderà il disaster recovery, sempre con la nostra assistenza!”

I vantaggi ottenuti si possono quindi riassumere in:

·Risparmio in termini di costi in fase di acquisto e di gestione

·Benefici per la gestione del backup dei dati aziendali

·perfetta integrazione.

DataCore Software

DataCore Software è un’azienda leader nel software-defined storage. Le sue soluzioni per la virtualizzazione dello storage e per la SAN virtuale permettono alle organizzazioni di gestire e scalare in modo trasparente le architetture per lo storage dei dati, offrendo enormi incrementi prestazionali a una frazione del costo di soluzioni offerte dai fornitori di sistemi proprietari di hardware per lo storage. Adottata in 10.000 siti di clienti di tutto il mondo, la tecnologia adattativa e capace di auto-apprendere e ripararsi di DataCore elimina le difficoltà legate ai processi manuali e aiuta a concretizzare le potenzialità del nuovo data center definito dal software grazie alla sua architettura agnostica rispetto all’hardware. Maggiori informazioni sono disponibili all'indirizzo www.datacore.com.

 

Logo3CIME.jpg

3CiME Technology Srl, un’azienda nata nel 2008, con sede a Bologna, focalizzata sul mercato della Business Continuity e del DisasterRecovery. Il tipo di clientela è costituto per il 50% da enti pubblici, intesi come amministrazioni locali, e per il restante 50% da privati. La copertura geografica dei clienti è decisamente ampia, arrivando, per esempio, a Torino, visto che le attuali tecnologie permettono facilmente l'implementazione e il controllo da remoto di soluzioni anche complesse. Di fatto la strategia legata all'offerta di contratti assistenza flat anche per clienti distanti è risultata vincente anche perché permette di avere certezze dei costi, un elemento sempre più richiesto dai clienti. http://www.3cime.com/               

 

DataCore, il logo DataCore e SANsymphony sono marchi o marchi registrati di DataCore Software Corporation. Altri prodotti, nomi di servizi o loghi DataCore citati in questo documento sono marchi registrati di DataCore Software Corporation. Tutti gli altri prodotti, servizi e nomi di aziende citati in questo documento possono essere marchi registrati dei rispettivi proprietari.

 

 

Ufficio Stampa Italia

Cynthia Carta Adv.

Tel 0363563244 - Mob. 3385909592 Mail: ccarta@kprglobal.com - cyncarta@cynthiacartaadv.it  www.cynthiacartaadv.it

 

 

Progetto BC Comune di Bologna.jpg

 --  Cynthia Carta ADV. Advertising Communication Attività assoggettata alla disciplina  di cui alla L. 14/01/2013 n. 4 Via  F.lli Galliari, 22 - 24047 Treviglio (BG) Italy ph +39(0)363563244 Fax +39(0)363560278 Mobile +393385909592 Skype cynthiacarta cyncarta@cynthiacartaadv.it  cynthia.carta@fastwebnet.it www.cynthiacartaadv.it 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl