Daniele Pittèri al WebUPdate 2011: opportunità e criticità delle Piccole e Medie Imprese Italiane

Docente di Marketing e Comunicazione all'Università Federico II, alla Luiss e alla Iulm, Pittèri opera anche come consulente di Marketing strategico per le aziende ed è attualmente presidente di "Mohma srl", una società che si occupa di comunicazione strategica.

12/mag/2011 15.32.00 lucia86 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
<!-- @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } -->

Daniele Pittèri ha concluso la prima edizione del WebUpdate presentando una panoramica sull'utilizzo delle nuove tecnologie da parte delle aziende italiane e sugli effetti che queste hanno sugli utenti e sul business aziendale.

 

Docente di Marketing e Comunicazione all'Università Federico II, alla Luiss e alla Iulm, Pittèri opera anche come consulente di Marketing strategico per le aziende ed è attualmente presidente di “Mohma srl”, una società che si occupa di comunicazione strategica.

Al WebUpdate 2011 ha illustrato le caratteristiche del mercato attuale, sempre più complesso ed orientato al cambiamento: gli utenti, infatti, più maturi ed esigenti, risultano molto più propensi ad affidarsi a reti di validazione proprie, ad esempio il passaparola, piuttosto che alla tradizionale comunicazione adottata dalle imprese.

 

In un panorama del genere, sono richiesti budget sempre più elevati per ottenere visibilità e per interagire con i propri target di riferimento.

Un fattore che riduce la possibilità per le imprese di comunicare sul mercato, è la scarsa propensione delle industrie italiane ad investire in comunicazione ed a considerarla parte integrante delle politiche da adottare.

 

Talvolta, all'inadeguatezza e alla diffidenza delle aziende nei confronti della comunicazione si aggiunge:

 

  • una cultura della comunicazione interamente fondata sui mass media

  • un costo di accesso ai media fra i più alti d' Europa

 

Le nostre imprese mediali (tra cui televisione, radio e giornali) hanno costi di gestione molto elevati e le Piccole e Medie Imprese, che per Pittèri rappresentano la vera”ossatura” dell'economia italiana, si ritrovano così a fronteggiare costi spesso proibitivi.

Prima ancora delle aziende, sono spesso le istituzioni ed i professionisti della comunicazione a dover cambiare ottica di lavoro ed a mostrarsi pronti a rischiare e mettersi in gioco con mix innovativi di strategie, strumenti ed attività di comunicazione.

 

Tale scenario ha favorito l'emergere di una notevole vitalità nel nostro sistema economico, ad esempio la consapevolezza della centralità della formazione, soprattutto nelle Piccole e Medie Imprese, caratterizzate dai seguenti punti di forza:

 

  • un'organizzazione territoriale articolata in distretti

  • un clima di cooperazione e di competizione al loro interno

  • le innovazioni incrementali (miglioramenti piccoli, ma costanti).

 

L'intervento di Pittèri al WebUpdate è risultato interessante soprattutto per la panoramica fatta sul mondo delle Piccole e Medie Imprese nel nostro paese e sul valore aggiunto che possono offrire in termini di qualità e creatività, diventando garanti di un “Made in Italy” sempre più messo a rischio.

 

Il video verrà pubblicato lunedi prossimo sul sito di MarketingWebTV

[http://www.marketingwebtv.it/]

 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl