Importanti segnali di ripresa dal mercato della nautica!

"Non si può certo affermare di essere tornati al boom di acquisti di imbarcazioni del 2007/2008" tengono a precisare da mondialbroker "oggi, invece, pur crescendo le visite gli acquisti sono più razionali con tempi di vendita decisamente più lunghi, fatto questo dovuto ad una clientela decisamente più attenta e selettiva".

26/mag/2011 22.40.08 Mondialbroker Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Se il settore della nautica è uno specchio dell’economia si può affermare che i segnali di ripresa economica sono confortanti. E’ quanto emerge da uno studio effettuato dal portale www.mondialbroker.it , leader nella compravendita di barche in Italia e tra i principali players mondiali. “Non si può certo affermare di essere tornati al boom di acquisti di imbarcazioni del 2007/2008” tengono a precisare da mondialbroker “oggi, invece, pur crescendo le visite gli acquisti sono più razionali con tempi di vendita decisamente più lunghi, fatto questo dovuto ad una clientela decisamente più attenta e selettiva”. A conferma di queste dichiarazioni ci sono i numeri: mondialbroker infatti ha fatto segnare nei primi cinque mesi dell’anno una crescita di visite di circa il 30% superiore al 2010 e in diverse giornate si sono registrate 200.000 visualizzazioni di pagine, con un aumento di interesse non solo dall’Italia, ma soprattutto da tutti i paesi della fascia mediterranea e del nord Europa. Il mercato è quindi nuovamente in fermento, anche se ci sono due dati da tenere in particolare considerazione: l’aumento del numero di richieste non è commisurato a quello delle visite e lo stesso utente ritorna a visitare la stessa imbarcazione anche più di dieci volte. “Dati questi che ci fanno presupporre che pur essendoci un interesse crescente” dichiarano da mondialbroker “il cliente più attento e giudizioso rispetto a qualche anno fa, ritenga l’imbarcazione ricercata troppo cara per le sue esigenze ed attenda che la stessa scenda di prezzo prima di fare una qualsiasi proposta”. In conclusione possiamo quindi affermare che il mercato c’è, e che i primi che adegueranno le loro offerte con la domanda attuale di mercato, saranno quelli che presumibilmente beneficeranno di questa ripresa.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl