Telegrammi online, dalla carta al Pc

19/ago/2011 16.35.40 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il telegramma è uno dei più “antichi” metodi di comunicazione che vengono utilizzati ancora oggi anche se ormai superato da un gran quantità di canali di comunicazione più veloci, economici e meno vincolanti. Il vincolo caratteristico del telegramma sta nel numero di parole che è consentito scrivere e che determina il costo del telegramma stesso. Così ad esempio nel nostro Paese Poste Italiane applica delle tariffe per i telegrammi destinati dentro il territorio nazionale che vanno da poco più di 4 euro per un messaggio entro le 20 parole di testo fino ad arrivare ad oltre 39 euro per un massimo 500 parole. Inventato nel XIX secolo il telegramma viene “realizzato” grazie al telegrafo che trasmette il testo a distanza su un foglio attraverso il meccanismo della metonimia.

Anticipando la logica del vincolo della sintesi, la stessa che molti anni dopo si sarebbe ripresentata con gli SMS dei cellulari, il telegramma oggi non è più esclusivamente legato al telegrafo, ma è in grado di sfruttare canali comunicativi più evoluti come internet ad esempio. Attraverso il web è infatti possibile mandare telegrammi online attraverso la digitazione del messaggio sul proprio Pc. Grazie a specifici software e piattaforme dedicate, in grado di calcolare il costo e di permettere anche l’invio multiplo in contemporanea a più destinatari, spedire un telegramma diventa molto più semplice e comodo. Le piattaforme che offrono questo servizio, collegate comunque in qualche modo ai sistemi informatici di Poste Italiane, garantiscono necessariamente il massimo della riservatezza sulle comunicazioni, preservando la stessa efficacia di un telegramma che arriverà al destinatario in maniera tradizionale.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl