Wi-Fi, Rfid e Social Network cambiano l’esperienza allo stadio

Wi-Fi, Rfid e Social Network cambiano l'esperienza allo stadio.

Luoghi Stati Uniti d'America
Argomenti sport, calcio

23/set/2011 12.24.32 Wi-Next Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il cuscino con i colori della propria squadra, la bandiera e la radiolina per seguire in diretta le altre partite, questa era la dotazione dello stereotipo del tifoso di qualche anno fa.

Oggi grazie alle tecnologie wireless, allo sviluppo dei Social Network e la conseguente apertura di nuovi canali di comunicazione interattivi con la squadra e servizi ai quali si può accedere facilmente da smartphone, l’esperienza del tifoso allo stadio sta cambiando.

In alcuni stadi degli Stati Uniti, ad esempio, è già possibile giocare durante gli intervalli con il proprio smartphone  per mettere alla prova la propria conoscenza della squadra e della partita che si sta seguendo e magari, perché no, vedere il proprio nome sul mega schermo dello stadio ed essere i protagonisti del match.

Inoltre grazie ad applicazioni di realtà aumentata, è possibile vedere gli score dei calciatori semplicemente puntando su ognuno di loro la telecamera del proprio telefonino o ricevere le immagini in esclusiva dagli spogliatoi o dell’ultimo goal del bomber.

Ed ancora condividere informazioni sui proprio social media, taggare i risultati, fare commenti live alla telecronaca TV.
Tutto questo utilizzando strumenti, che ormai sono diventati di uso comune come le reti Wi-Fi, gli Rfid, gli smatphone e poco altro.

L’esperienza della partita non finisce più, dunque, con  il fischio dell’arbitro, ma continua anche dopo, accompagnando il tifoso in un’esperienza senza soluzione di continuità con la propria squadra.

Il Wi-Fi consente inoltre di creare soluzioni al servizio della squadra, dello stadio, della sua sicurezza e consente un aumento della qualità dei servizi ad esempio per i giornalisti, che possono, grazie alla connessione di qualità a banda larga, rimanere collegati alla redazione per tutta la partita e spedire contenuti multimediali in tempo reale.

Sistemi di videosorveglianza accedibili dal personale di sicurezza attraverso tablet collegati in wireless e steward in grado di controllare biglietti e targhe degli autoveicoli con i propri PDA che interpellano on the fly i db degli abbonati e dei mezzi autorizzati.

Per arrivare fino a servizi di telemetria per il monitoraggio ambientale, per la rilevazione di dati anche sui giocatori e sul personale in campo, ad esempio una squadra di Hockey statunitense ha messo a punto un sistema per il controllo dei traumi alla testa durante la partita.

Quindi tecnologie digitali e in particolar modo quelle per la trasmissione wireless al servizio degli ambienti sportivi, per migliorare da un lato l’esperienza e il rapporto con i propri supporter e ottimizzare dall’altro i processi interni e di sicurezza.

Wi-Next si pone come un partner di riferimento per la creazione di soluzioni Wireless di nuova generazione per la copertura a banda larga di ambienti sportivi come stadi, palazzetti, palestre, ecc. e per lo sviluppo di servizi a valore aggiunto.

Per informazioni: www.winext.eu

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl