PhiNet: “Web reputation, come i nuovi media ridisegnano i confini della privacy”

27/set/2011 18.56.43 Phinet Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CoReCom, Phinet e Istituto Piepoli – Prima ricerca sulla reputazione web dei giornalisti italiani

30 settembre 2011, Milano, Sala Pirelli, Via Fabio Filzi, 22

Milano 27 settembre - Michele Santoro lascia la Rai e lancia Comizi d’amore. Marco Travaglio e il suo appuntamento settimanale sul blog di Beppe Grillo. Enrico Mentana e la formula La7. Ma cosa ne pensa il web? È possibile “quantificare” la reputazione di un giornalista, o di un telegiornale, analizzandone l’influenza sulla rete? È possibile condurre analisi di tipo quantitativo e qualitativo sulla cosiddetta web reputation? E quali le ripercussioni sulla reputazione stessa e sulla privacy? Ed è possibile che la web reputation possa addirittura influenzare il PIL di un Paese?

Se ne discuterà venerdì 30 settembre, ore 10, presso la Sala Pirelli, Via Fabio Filzi 22, nell’ambito del convegno “Web reputation, come i nuovi media ridisegnano i confini della privacy” organizzato dal CORECOM Lombardia. A confronto due ricerche condotte con metodologie e strumenti diversi da PhiNet, società specializzata nella comunicazione e nel marketing online, e Istituto Piepoli, leader nel campo delle ricerche di marketing e di opinione.

Oltre 200 giornalisti e 70 testate stampa, televisive, web e radiofoniche analizzate attraverso un monitoraggio di 50mila fonti web, rappresentative di oltre l’80% del traffico della rete in Italia e parametrate attraverso un sondaggio condotto con metodologia telefonica CATI per stilare una Top 10 dei giornalisti e delle testate più popolari sul web, in assoluto e per settore, e per sviluppare un vero e proprio Indice di Interesse (chi sono i giornalisti più “cliccati”, commentati e ricercati dagli utenti web?).

A discutere di reputazione web – le tecniche di comunicazione, le rilevanze giuridiche in relazione alla privacy e l’impatto dell’universo online sull’economia e sul PIL – saranno alcuni dei più autorevoli rappresentanti del mondo della comunicazione, del diritto, delle istituzioni e delle aziende.


Apertura lavori: Davide Boni, Presidente del Consiglio regionale Lombardia.

Coordina: Fabio Minoli, Presidente del Corecom.

Presentazione ricerche:

Alessandro Giovannini, Amministratore Unico PhiNet – “I giornalisti sul web”

Nicola Piepoli, Presidente Istituto Piepoli – “Web reputation come elemento di sviluppo del PIL”.

Interventi: Michelangelo Tagliaferri, Presidente dell’Accademia Comunicazione, “La correttezza della rappresentazione dei dati e dell’informazione tra la carta stampata e il web”; Yves Confalonieri, Direttore RTI Interactive Media – Gruppo Mediaset, “Social reputation: crearla o subirla?”; Antonio Preziosi, Direttore Radio Uno e GR RAI; Paolo Tacconi, Executive Producer MSN Western Europe (Microsoft), “Il case history di MSN - il network online internazionale di Microsoft”; Luigi Pecora, Authority della Privacy - Unità Affari Legali e di Giustizia, “La tutela della privacy sul web: alcuni interventi dell’Autorità”; Guido Scorza, Presidente Istituto per le politiche dell’innovazione, Docente Diritto delle nuove tecnologie, Università “La Sapienza”, Roma, “Profili giuridici della reputazione on-line”; Antonio Martusciello, Commissario Agcom, “Internet: tutela dei contenuti e degli utenti”.

Conclusioni: Roberto Formigoni, Presidente Regione Lombardia
Ufficio stampa:
Pierluigi Fantin
PhiNet Srl
p.fantin@phinet.it
06-37515274

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl