Anche in tempi di crisi l'e-commerce non conosce cali

Anche in tempi di crisi l'e-commerce non conosce cali.

Luoghi Europa, Olanda, Torino, Germania, Francia, Regno Unito
Organizzazioni Unione Europea
Argomenti commercio, economia

26/mar/2012 16.18.25 Bmproduzioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Secondo il recente report pubblicato da Forrester Research, che copre 17 paesi dell'Unione Europea per il periodo dal 2011 al 2016, le vendite on-line al dettaglio in Europa raggiungeranno i 171.9 miliardi di euro, corrispondenti ad un tasso di crescita annuo composto del 12%. Secondo l'autore, sempre più clienti si stanno trasferendo sui siti web "per trovare offerte e risparmiare denaro". forrester researchScendendo nel dettaglio dei settori merceologici, la vendita di generi alimentari, per esempio, supererà la soglia dei 9 miliardi di Euro nel Regno Unito entro il 2016, rendendo questo paese il più grande mercato on-line per i generi alimentari in Europa. La crescita sarà forte anche in Francia, Olanda e Germania.

L'abbigliamento sarà una categoria forte in tutta Europa, con una crescita superiore alla media di mercato. "Le tecnologie emergenti, quali camerini di prova virtuali e realtà aumentata sono primitivi oggigiorno, ma si evolveranno nei prossimi cinque anni", prevede il rapporto. "Nell'immediato i rivenditori useranno,o strumento delle recensioni on-line sui Social Network (vedi l'articolo su Pinterest) e sui video per aiutare i clienti a scegliere i loro prodotti.

Questi strumenti continueranno ad erodere le barriere per l'acquisto e-commerce di abbigliamento on-line." Ma il rapporto ritiene che la crescita on-line nei più importanti mercati cannibalizzaerà sempre più le vendite tradizionali. "Il livello di crescita previsto per l'e-commerce non può essere sostenibile su base incrementale. Nelle economie mature come Germania e Regno Unito soprattutto la crescita e-commerce avverrà inevitabilmente a discapito di una diminuzione della spesa sui canali tradizionali." soluzioni mobile commerceLe vendite on-line continuerà inoltre a crescere più velocemente rispetto alle vendite off-line, mentre il canale del mobile commerce è destinato a crescere in importanza come un canale che collega le vendite online e offline.

"Gli utenti usano i siti web di vendita al dettaglio per essere sempre informati sulle ultime tendenze, per ricercare i prodotti preferiti e per trovare occasioni scontate", dice il rapporto Forrester, "e, sempre più, faranno questo in mobilità. I rivenditori in grado di fornire esperienze significative e geograficamente contestualizzate per i dispositivi mobili vedranno incrementi sia nelle vendite via siti e-commerce, sia nei loro punti vendita. " Nonostante la crescita complessiva, tuttavia, i rivenditori online europei lavoreranno in un mercato sempre più competitivo. "I giorni in cui basta avere un sito e-commerce per garantire le vendite stanno finendo", dice il rapporto, " perchè man mano che la spesa si sposterà on-line e la crisi perdurerà, i retailer vedranno sempre più il web come fonte di crescita strategica fondamentale. " Per contatti commerciali, potete chiamarci presso la sede di Torino al numero 011.5806034, oppure inviarci una mail all'indirizzo info@ne-ws.it Seguici su GoogleLinkedinTwitterFeed Accesso Webmail Clicca qui sotto per accedere alla Webmail @ne-ws.it accesso webmail

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl