DigItalia e la grande sfida e-commerce

Quali sono i numeri della sfida e-commerce con l'Italia si troverà a fare i conti nel giro di breve?

Luoghi Italia, Europa, Bologna, Cina, Stati Uniti d'America
Argomenti internet, commercio

05/apr/2012 10.38.42 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Quali sono i numeri della sfida e-commerce con l'Italia si troverà a fare i conti nel giro di breve? In realtà al momento è sufficiente un dato per indurci a volgere lo sguardo altrove e accontentarci del nostro ristretto mercato di rete penalizzato da una gestione web antiquata quanto disorganizzata. Il dato a cui si fa riferimento è quello inerente la Cina che vede oltre il 70% dei naviganti di rete svolgere almeno un acquisto a settimana, dato che se avvicinato a due ulteriori fattori, 1) il fatto che l'evoluzione tecnologica si trova attualmente nel pieno del suo fervore e non ha assolutamente toccato l'intero territorio della nazione e 2) considerato l'altissimo numero di cittadini cinesi, ci si può benissimo rendere conto come nel corso di soli 3 anni questa nazione potrebbe superare di gran lunga gli USA per quanto concerne lo shopping online anche se vi sono dubbi su una pari evoluzione a livello di strumenti e tecnologie per fare avanzare il settore. L'Italia si trova ora a dover fare i conti con i suoi 3 anni di arretratezza che la distanziano pesantemente dalla compagnia francese ed inglese nell'Europa di odierna. Un gap, che con ogni probabilità, potrebbe essere superato in breve tempo dai siti Bologna destinati al commerciale, questo almeno una volta che saranno apportate tutte le necessarie innovazioni riportate sul decreto DigItalia che sarà presentato entro il prossimo mese di Giugno. Per maggiori informazioni in merito: realizzazione siti web Bologna

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl