Comunicato Stampa - Italia tra i protagonisti dello shopping di gruppo pan-europeo

Italia tra i protagonisti dello shopping di gruppo pan-europeo - L'Italia consolida la propria posizione da protagonista nel mercato dello shopping di gruppo online.

Persone Michele Bon, Anna Bellini, Delcroix, Caroline Delcorix
Luoghi Italia, Europa, Mediterraneo, Milano, Francia, Spagna, Europa Occidentale, Barcellona
Organizzazioni School of Management
Argomenti commercio, economia

Allegati

24/mag/2012 12.00.34 H+K Strategies Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Descrizione: Descrizione: U:\Xmortes\CLIENTES\JOIN2BUY\Materiales\final logo J2B.jpg

 

 

Italia tra i protagonisti dello shopping di gruppo pan-europeo

·         L'Italia consolida la propria posizione da protagonista nel mercato dello shopping di gruppo online.

·         La crisi finanziaria ha favorito la costituzione di un nuovo gruppo di consumatori alla ricerca di prezzi più bassi nel mercato on-line

 

Barcellona, 22 maggio 2012 - Join2Buy ha diffuso oggi i primi dati relativi alla distribuzione degli acquirenti on-line dal suo lancio in Europa. Francia, Spagna e Italia conducono la classifica degli aderenti a questo nuovo modello di shopping online. Lo fanno da una posizione nettamente dominante: in Francia si concentrano il 35% degli utenti, mentre in Spagna il 30% e in Italia il 20%.

 

Questi dati mostrano la rapida proliferazione di questa tendenza nei paesi del Mediterraneo. Secondo Caroline Delcorix, COO e portavoce di Join2Buy in Europa, “questi risultati sono dovuti a fattori culturali. Lo shopping collettivo, noto anche come we-commerce, risponde alla naturale tendenza dei consumatori di trasformare l'atto di acquisto in un atto sociale. Nei Paesi con un carattere più aperto, più socievole, questo modello è destinato a crescere e diffondersi più rapidamente che in altri Paesi”.

 

I dati mostrano anche il consolidamento dello shopping online nel nostro Paese. Accelera infatti la crescita dell’e-commerce in Italia, passando dal +17% annuo registrato nel 2010 al +20% del 2011, per un giro d’affari totale che sfiora i 10 miliardi di Euro. Solo in questo ultimo anno (aprile 2011 - aprile 2012), la popolazione complessiva italiana che ha utilizzato internet per l'acquisto di prodotti ha avuto un aumento del +11%.[1] L'aumento dell'offerta ha svolto un ruolo di vitale importanza. Il boom delle piattaforme di shopping online e lo sviluppo di nuove tecnologie da parte di aziende ‘tradizionali’ sono stati tra i fattori più importanti per il progresso dello shopping online in Italia.

 

Un altro aspetto che ha contribuito a questa crescita è stato il miglioramento degli strumenti di accesso e di sicurezza dell’acquisto. “Uno dei fattori limitanti l’utilizzo dello shopping online è stata la poca fiducia sulla sicurezza di questo modello di business”, dichiara Delcorix. “Il miglioramento dei sistemi di sicurezza ha portato all'inserimento di un ampio segmento di consumatori in un mercato che in precedenza non dava fiducia”.

 

L’IMPATTO DELLA CRISI NEL SETTORE  

La crisi ha portato un cambiamento di mentalità negli acquisti online. Il fattore prezzo è aumentato di importanza nel processo di decisione d’acquisto e ha anche favorito l'arrivo di un nuovo gruppo di consumatori che erano abituati a una modalità di shopping tradizionale e off-line. Queste persone stanno iniziando a utilizzare questo nuovo modello di e-commerce proprio per i suoi prezzi più bassi.

 

Secondo Delcroix, “questo cambiamento nel modo in cui il consumatore pensa e agisce spiega il successo del modello di shopping di gruppo paneuropeo che Join2Buy offre”. Questo modello si fonda sul gruppo d’acquisto come fattore chiave per l'acquisto di prodotti dal produttore, eliminando gli intermediari e quindi riducendo notevolmente il prezzo finale del prodotto. “Oggi il consumatore conosce le proprie priorità ed è incoraggiato a unirsi ad altri acquirenti, quando il risparmio offerto è interessante”, dice Delcroix.

 

Facendo leva sul supporto informatico e sui prezzi sempre più competitivi, il modello di acquisto di gruppo paneuropeo è divenuto una delle alternative più redditizie per gli acquirenti on-line. Si tratta di un concetto rivoluzionario che ha adattato il tradizionale modello di e-commerce a una nuova situazione finanziaria, approfittando del potere relazionale di internet per offrire vantaggi concreti ai consumatori.

 

###

 

Join2buy

Join2buy, “the We-commerce Revolution”, è il primo sito di shopping di gruppo Pan-Europeo. L’idea alla base di questo progetto è rivoluzionaria: Join2buy offre i prodotti che i consumatori più desiderano, garantendo così l’utilità, l’appetibilità e la convenienza degli articoli disponibili. Le dimensioni del Gruppo, consentono a Join2buy di acquistare i prodotti al miglior prezzo direttamente dal produttore.

Join2buy è presente in diversi Paesi europei, con servizi di shopping di gruppo nell’Europa occidentale e presto anche in altri Paesi.

 

 

 

Contatti per la stampa – Italia:

Anna Bellini / Michele Bon

+ 39 (0)2 31 91 41

anna.bellini@hkstrategies.com

michele.bon@hkstrategies.com

 



[1] Fonte: Osservatorio eCommerce B2c, promosso da Netcomm e School of Management, Politecnico di Milano

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl