Incentivi per il risparmio energetico in Friuli

17/lug/2012 17.08.43 SEO Udine Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Di seguito il testo proposto dal sito regione.fvg.it che elenca i tipi di interventi ammessi per accedere agli incentivi legati al risparmio energetico.

Strumenti diretti

Gli interventi nel residenziale e terziario riguardano:

  • - gli interventi sull’isolamento termico dell’involucro;

  • - gli interventi sugli impianti di riscaldamento, ventilazione, raffreddamento, illuminazione, sul recupero del calore, sul possibile apporto di fonti rinnovabili per il risparmio energetico (sole, altre fonti);

  • - gli interventi riguardanti l’adozione di componenti più efficienti e sistemi di controllo ed integrazione della luce naturale per l'illuminazione domestica ed anche pubblica (sistemi di illuminazione ad alto rendimento che consentono risparmi energetici vicini al 50% rispetto ai sistemi tradizionali);

  • - finanziamento diretto a fondo perduto di interventi di uso razionale;

  • - linea di finanziamento agevolata e/o co-finanziamento diretto a fondo perduto di iniziative di uso razionale di distributori gas ed elettricità regionali;

  • - bandi o gare d’appalto relativi a progetti pilota (LR 30/2002 e legge 10/91 art. 4) per lo sviluppo di nuove tecnologie di efficienza e risparmio energetico.

Strumenti indiretti

Le ipotesi di lavoro per pervenire alla definizione di uno scenario programmato per i consumi termici prevedono che in Friuli Venezia Giulia venga varata una normativa regionale che:

  • - limiti, per tutti i nuovi edifici e per le ristrutturazioni totali, a 65 kWh/mq anno il fabbisogno di energia termica per riscaldamento, equivalente a un consumo di 90 kWh/mq anno (considerando un rendimento medio stagionale degli impianti di riscaldamento del 70%);

  • - incentivi la costruzione di edifici ad alta qualità energetica (con fabbisogno inferiore a 45 kWh/mq anno, equivalente a un consumo di 60 kWh/mq anno) tramite sconti sugli oneri di urbanizzazione (come proposta Arpa Lombardia);

  • - obblighi, per tutte le nuove costruzioni, l’installazione di collettori solari termici per la produzione di almeno il 50% di acqua calda (come Comune di Carugate e Regione Lazio).

Si può ipotizzare che lo sviluppo di un mercato di nuove tecnologie sostenuto da una normativa cogente porti ad un interessante abbattimento dei costi delle tecnologie stesse (isolamenti, serramenti in pvc, impianti solari, pompe di calore, ecc.) e ciò provochi un elevato tasso di cosiddetti free riders, cioè individui che, pur non obbligati all’adozione di tecnologie più efficienti, decidano di adottarle autonomamente negli edifici esistenti e non soggetti a obbligo.

Ulteriori strumenti indiretti di risparmio energetico nel civile e terziario possono essere riassunti come segue:

  • - istituzione di una Conferenza permanente dei sindaci dei Comuni, per riunire soggetti molecolarizzati sul territorio e responsabili di importanti azioni per il risparmio energetico e la cogenerazione;

  • - istituzione di un Tavolo permanente con distributori di gas naturale ed elettricità operanti in regione, per la definizione di obiettivi e strumenti di risparmio energetico nello schema dei decreti MAP sull’uso razionale del 2004, per  definire campagne di informazione relative alle apparecchiature domestiche con etichettatura europea per il risparmio energetico (frigoriferi, lavatrici, ecc.).

I decreti sull’efficienza energetica e le successive delibere dell’AEEG hanno di fatto individuato le modalità più promettenti per raggiungere gli obiettivi di razionalizzazione dei consumi finali con particolare riferimento al settore domestico e terziario

Gioma pavimenti tratta di serramenti in pvc ad Udine e provincia, seguendoti in ogni momento dalla fornitura alla posa in opera. Gioma in particolare propone il metodo di istallazione Finistral che prevede la sostituzione finestre senza opere murarie.

Un nuovo metodo di finestre specificatamente studiato per le esigenze di risanamento e di rinnovo. Il vecchio telaio non viene eliminato, ma funge da falso telaio per essere completamente rivestito da quello nuovo. Particolari profili ricoprono le fughe rimanenti sul lato sia interno che esterno del serramento.

Presso lo showroom Gioma potrai scegliere tra più modelli e finiture per individuare perfettamente lo stile che meglio si adatta allo stile di casa tua che essa sia moderna, classica, recente o da ristrutturare.

Gioma tuttavia non è solo serramenti in pvc ma anche pavimenti in legno, porte interne, portoncini blindati, tutte rifiniture di pregio capaci di donare alla tua casa una stile unico unendo qualità dei materiali a durata nel tempo.

Chi siamo

Gioma è un’azienda con esperienza ventennale inizialmente specializzata nella produzione, fornitura e posa in opera di pavimenti in legno. Successivamente in funzione alle richieste del mercato ha voluto dare un servizio completo ai suoi numerosi clienti. Infatti ha inserito nella sua gamma le porte interne ed i serramenti.

L’Azienda vanta di un ampio fabbricato dove vengono utilizzati macchinari all’avanguardia, fra cui un moderno impianto di essiccazione che garantisce la perfetta “stagionatura” del legno e quindi la sua durata nel tempo. Il legno è un prodotto naturale e le vernici che utilizziamo sono ecologiche al fine di creare un ambiente sano in cui vivere, lavorare e divertirsi.

Trovate Gioma Pavimenti a S. Vito al Torre (Udine) Via Remis, 21 o all'indirizzo www.giomapavimenti.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl